The Wager, Scorsese e Di Caprio collaboreranno ancora per Apple

The Wager è l’ennesimo titolo che celebrerà un binomio tra i più duraturi della storia del cinema. Leonardo Di Caprio e Martin Scorsese torneranno insieme per questo nuovo film i cui diritti sono stati ufficialmente acquistati da Apple. Il colosso americano si occuperà della produzione e della distribuzione dell’opera. L’elemento di sorpresa sta nel fatto che, prima ancora di The Wager, Apple ha condotto la produzione di un altro attesissimo film, ovvero Killers of the flower moon, la cui uscita potrebbe essere posticipata al 2023.

Quest’ultima è una notizia che ha del clamoroso se si pensa che per la seconda volta uno degli autori più influenti di Hollywood dovrà “cedere” alle dinamiche dello streaming. In fatto di distribuzione il mondo è cambiato e anche Scorsese se n’è accorto. Dopo un iniziale reticenza nei confronti delle grandi catene distributive (Netflix e non solo) si è dimostrato aperto e disponibile.

Inutile dire che The Wager si inserisce in una lista di collaborazioni immensa che conta dei titoli importantissimi. Per citarne alcuni tra i più importanti: The Departed, Shutter Island e ovviamente The Wolf of Wall Street, quello rimasto maggiormente nei cuori degli spettatori (almeno nell’epoca cinematografica più recente).

The Wager

La trama di The Wager è ancora fumosa ma si hanno delle prime indiscrezioni: ambientato intorno agli anni Quaranta del 1700, l’opera narrerà il naufragio di una nave battente bandiera britannica sulle coste del Sudamerica. L’equipaggio, oltre a dover affrontare mille insidie legate a un ambiente ostile e sconosciuto, dovrà fare i conti con il mutare della loro stessa natura, messa alla prova da un contesto avulso dalle loro tradizioni.

Ancora una volta Scorsese torna indietro nel tempo e offre un prodotto dedicato a epoche storiche ben più remote di alcune delle sue fatiche precedenti. Oltre a Gangs of New York anche Killer of the flower moon sarà ambientato intorno alla seconda metà del 1800 e questa sembra essere proprio una bella sfida per il regista che, si sa, è molto ancorato al contesto sociopolitico in fatto di sviluppo della trama e approfondimento dei tratti narrativi dei personaggi.

Come si diceva, The Wager ancora non ha un corpo attori definito ma sapere che queste due grandi figure collaboreranno ben due volte nel giro di un anno fa venire già l’acquolina in bocca.

Federico Favale
Federico Favale
Anche da piccolo non andavo mai a letto presto. Troppi film a tenermi sveglio. Più guardavo più dicevo a me stesso: "ok, la vita non è un film ma se non guardassi film non capirei nulla della vita".

ARTICOLI RELATIVI

ULTIMI ARTICOLI