Paura e delirio a Las Vegas: curiosità sul film di Terry Gilliam

Uscito nelle sale nel 1998, Paura e Delirio a Las Vegas (Fear and Loathing in Las Vegas) è una pellicola diretta da Terry Gilliam e scritta dallo stesso Gilliam in collaborazione con Alex Cox e Tony Grisoni. Il film, di genere difficilmente classificabile, è tratto dall’omonimo libro semi autobiografico dello scrittore e giornalista Hunter S. Thomson. Ciò che rende la pellicola così d’impatto è certamente la strabiliante performance dei due attori Johnny Depp (pirati dei caraibi) e Benicio del Toro (the french dispatch) nei panni dei due protagonisti Raoul Duke e Dr. Gonzo. Paura e Delirio a Las Vegas racconta il viaggio di lavoro di Duke, giornalista, mandato a Las Vegas per scrivere di una gara automobilistica, che si trasforma in un susseguirsi continuo di allucinazioni dovute alle sostanze assunte dai due, in un intreccio continuo tra realtà e illusione.

In un film così peculiare nelle tematiche e nella realizzazione sono molte le curiosità che si nascondono: andiamo a vederne alcune.

Paura e   delirio a Las Vegas

Paura e delirio a Las Vegas: curiosità

  1. Il libro di Thomson è stato visto da molti registi come un soggetto interessante per la realizzazione di un film, Gilliam non fu il primo a considerarlo per un adattamento cinematografico. A tentare furono in precedenza anche Martin Scorsese (the departed), Oliver Stone (Ennio) e Ralph Banski, con scarso successo.
  2. Come abbiamo già detto, il libro fu una grande fonte di ispirazione cinematografica: ciò è dovuto anche alla forma ed alla puntualità con cui il romanzo è stato scritto. Di conseguenza, molti dei dialoghi presenti del film sono estrapolati per intero dal libro: non necessitavano di alcuna modifica.  
  3. Il duo Depp-Del Toro non erano stati la prima scelta per i ruoli dei due protagonisti: inizialmente erano stati considerati Jack Nicholson (Shining) e Marlon Brando (Apocalypse now), per poi essere scartati perché considerati troppo avanti con l’età per questi personaggi. Dan Aykroyd e John Belushi erano stati scelti, fino a quando la morte prematura per overdose di quest’ultimo costrinse la crew a continuare la ricerca degli interpreti perfetti. Dopo che Thomson ebbe incontrato Johnny Depp, lo riconobbe come l’attore perfetto per il ruolo di Duke.
Paura e  delirio a Las  Vegas
  1. Oltre che un’affinità di tipo professionale, tra Depp e Thomson si instaura una vera amicizia. Per “motivi di ricerca”, per studiare lo stesso Thomson a cui è ispirato il personaggio di Duke, l’attore è andato a vivere per alcuni mesi nel seminterrato dello scrittore. Inoltre, fu proprio Thomson a realizzare il taglio di capelli a Depp: quest’ultimo si rifiutò persino di guardarsi allo specchio! Spesso accade che attori debbano sacrificare la propria chioma lucente per un ruolo: un altro esempio fu l’affascinante Javier Bardem che, dopo aver visto l’acconciatura stile fungo che i fratelli Coen avevano riservato per il suo personaggio in non è un paese per vecchi, affermò “Grazie, così di sicuro non scoperò per almeno due mesi”.
  2. Per rimanere nel tema “gli attori e l’amore per i loro capelli”, Tobey Maguire, che nel film interpreta l’autostoppista, se li è fatti praticamente assicurare per quindici mila dollari! Mi spiego meglio, nel contratto è stata inclusa una clausola per cui la produzione avrebbe dovuto pagare questa cifra per rasare l’attore e applicare la parrucca. Ad ogni modo, nel cercare di aggirare questi costi considerati eccessivi e fuori dal budget del film, la produzione spese anche di più.
Paura e delirio a Las Vegas
  1. In Paura e delirio a Las Vegas sono presenti diversi cameo: partendo dal già nominato Tobey Maguire, si aggiungono anche le attrici Cameron Diaz e Christina Ricci.  In più, nel film appaiono anche il regista Terry Gilliam e l’autore Thomson. Il contributo dello scrittore alla realizzazione del film non si ferma ad una mera sporadica apparizione. Prima delle riprese del film, infatti, Depp ebbe accesso a tutte le cose che Thomson ancora aveva del proprio viaggio a Vegas e le utilizzò per l’interpretazione di Duke. Anche la Chevrolet Impala del 1971 che si vede nel film è dello scrittore.
  2. I due protagonisti, Duke e Gonzo, furono già precedentemente portati sul grande schermo con Where the Buffalo Roam; il film non ebbe una grande risonanza a livello internazionale; infatti, non venne neanche distribuito in Italia. Qui ritroviamo l’attore Bill Murray nei panni di Duke. Quest’ultimo, quando seppe che Johnny Depp era stato scritturato per il ruolo da lui già interpretato, lo contattò per metterlo in guardia da Thomson. “State attenti o vi ritroverete tra dieci anni ancora con il film da concludere” queste sono state le parole di Murray.
Paura e delirio a Las Vegas
  1. Paura e Delirio a Las Vegas, pur avendo ottenuto oramai una certa risonanza e dignità cinematografica, non venne accolto positivamente dal pubblico e dalla critica. Al botteghino incassò poco più di dieci milioni di dollari a fronte di un costo di produzione di oltre diciotto milioni. Il film venne presentato in concorso al cinquantunesimo festival di Cannes, senza vincere alcun premio.
Ilaria Denaro
Ilaria Denaro
Studentessa unime, sono un’amante del cinema da sempre, spaziando dalle commedie romantico-umoristiche del caro vecchio Woody Allen, fino ai thriller di Fincher

ARTICOLI RELATIVI

ULTIMI ARTICOLI