Cosa succederebbe se il diavolo, stanco dell’inferno, venisse sulla terra in vacanza e decidesse di aiutare un avvenente poliziotta a risolvere i casi? Basta andare su Netflix e guardare “Lucifer”. Ebbene sì, la trama sembra alquanto banale e di certo non siamo davanti ad un capolavoro.

Tom Ellis, straordinario nella parte di Lucifer

Possiamo dire però che è ben recitato (Tom Ellis è semplicemente fantastico) e in alcuni casi anche divertente; d’altronde il divertimento dovrebbe essere alla base di certi lavori e con Lucifer non rimarrete delusi. A differenza de “L’esorcista”, questo show è molto più leggero e fruibile da chiunque. Come era ovvio aspettarsi, un’associazione americana (One Million Moms) no profit e di chiara matrice cristiana ha indetto una petizione perché la serie risulta “spiritualmente pericolosa; glorifica Satana come se fosse una persona in carne ed ossa che si preoccupa per gli altri. Chissà cosa avrebbe detto, la stessa, leggendo i fumetti di Geppo, in vendita negli anni 70/80 in Italia.

Lucifer e Chloe

In realtà Lucifer è un personaggio della DC Comics, apparso come personaggio secondario nei fumetti della serie “Sandman”. Il prodotto, finanziato dalla DC Comics, Warner Bros Television e Jerry Bruckheimer, parla di Lucifer Morningstar (uno strepitoso Tom Ellis), grande capo di tutti gli inferi che per sfuggire alla monotonia delle dannazioni altrui decide di ribellarsi (per l’ennesima volta) e, non curante degli ammonimenti di suo padre (Dio) decide di concedersi una lunghissima vacanza sulla Terra, mimetizzandosi tra gli umani. A Los Angeles. E’ proprietario di un night club di prestigio e insieme alla sua fedele guardia del corpo Maze (Lesley Ann Brandt), vive una vita dissoluta tra donne alcool e chissà che altro. Oltre ad essere immortale (almeno all’inizio) ha anche il potere di farsi dire i desideri più nascosti di ogni persona, i sogni più reconditi, nessuno può mentire davanti a lui , tranne una persona, Chloe.
Lucifer rimane affascinato e incuriosito da Chloe, proprio per il fatto che lei è esente al fascino malefico/sessuale che lui può sprigionate su ogni donna, ma soprattutto perchè è l’unico essere umano a cui non riesce a leggere il pensiero.

Il vero volto del diavolo

Chloe (Lauren German) è una detective con cui Lucifer comincia una collaborazione e malgrado sia Maze che Amenadiel (D.B. Woodside), suo fratello, cercano in tutti i modi di distogliere l’attenzione di Lucifer da lei, che lo rende troppo umano, il buon caro vecchio diavolo non dà retta a nessuno e prosegue per la sua strada. Un’altra donna s’interpone tra il satanasso e gli inferi, la dottoressa Linda Martin (Rachael Harris), psicologa soggiogata da lui per i propri piaceri carnali

La serie è composta da quattro stagioni mentre una quinta è in arrivo e a detta dei produttori sarà la stagione conclusiva.

Ma perché fa così paura alle associazioni cattoliche una serie tv? Il personaggio è affascinante e accattivante, ha una bella vita, si circonda di belle donne e ottiene sempre quello che vuole, praticamente il sogno di ogni essere umano, questo lo rende appetibile e le associazioni hanno timore che il messaggio dato ai giovani sia sbagliato, forse dando troppa importanza a un lavoro che per quanto sia divertente non entrerà mai nella storia delle serie TV. Possiamo senza dubbio affermare che tali proteste il più delle volte pubblicizzano il prodotto e lo rendono più allettante, sembrando vere e proprie strategie di marketing…diaboliche.

Se la giornata è andata storta, se vorreste picchiare il vostro collega, se vorreste vivere per qualche minuto la vita di qualcun’altro, lasciatevi ipnotizzare da Mr. Morningstar (alias Luci), ci penserà lui a levarvi tutti i vostri brutti pensieri, un unico avvertimento: non scendete mai a patti con lui.

Locations:

Locale di proprietà di Lucifer