HomeRecensioni Serie TVCastle Rock: una serie da riscoprire

Castle Rock: una serie da riscoprire

-

Per tutti i fan del maestro dell’horror Stephen King, Castle Rock è la serie tv targata Hulu che fa per voi. Un piccolo gioiellino di serie che vanta due stagioni di 10 episodi l’una, andata in onda dal 2018 al 2019, purtroppo ingiustamente cancellata.

La serie, ideata da Sam Shaw e Dustin Thomason, vede le varie storie e gli svariati personaggi dei racconti del re del terrore, intrecciarsi nell’immaginaria cittadina maledetta del Maine, Castle Rock.

Nella prima stagione ritroviamo molti degli elementi cari a King: telepatia, telecinesi, un richiamo al mondo di Shining e a quello di Le ali della libertà e di Cose Preziose, mondi paralleli che si intrecciano e un misterioso quanto oscuro straniero che porta con sè svariati segreti. Un mistero meticolosamente realizzato e ricco di allusioni, Castle Rock è destinato a soddisfare anche i fan più esigenti di Stephen King.

- Pubblicità -

Mentre, nella seconda stagione, ritroviamo volti e citazioni ancor più noti ai più accaniti lettori del re del brivido: questa stagione è, infatti, incentrata sull’adolescenza e la vita del personaggio di Annie Wilkes, la famosa infermiera protagonista del libro e, a sua volta, del film con Kathy Bates, Misery. Ma non solo; in questo secondo capitolo la storia si infittisce e altre grandi opere del maestro King si intrecciano alla storia di Annie. Troviamo richiami da Pet Sematary, Jerusalem’s Lot, Cujo, It, Cose Preziose, The sun dog, Chapelwaite, ecc.

Guidato da una performance inquietantemente avvincente di Lizzy Caplan nel ruolo di Annie Wilkes, il secondo capitolo di Castle Rock apre i confini della sua città, senza perdere nulla della sua terrificante atmosfera.

Castle Rock

Castle Rock- Trama

Per una serie volutamente fuorviante che si vantava di risolvere tutti i suoi enigmi, Castle Rock ha risposto alle sue principali domande in modi inaspettati e impressionanti, legandosi ancora una volta al più grande universo di King. Questa serie è riuscita là dove tutti gli altri hanno fallito: collegare tutte le opere più iconiche di King attraverso una complessa rete narrativa di crossover e easter egg.

Entrambe le stagioni sono legate da un unico filo conduttore: una narrazione sul dramma familiare intrecciato con un racconto soprannaturale.

La prima stagione di Castle Rock segue l’avvocato del braccio della morte Henry Deaver (André Holland), che viene attirato nella sua inquietante città natale da una telefonata anonima riguardante un uomo non identificabile (Bill Skarsgård) trovato in gabbia sotto la prigione di Shawshank. Da qui lo spettatore entra in un clima confusionale di mistero e curiosità. Ma, andando avanti con gli episodi, tutti i nodi finalmente vengono al pettine e lo spettatore viene ripagato per la sua pazienza. Entriamo nei diversi drammi familiari dei personaggi e questo ci permette di scavare nella struttura interna dei personaggi ed evocare emozioni autentiche.

La seconda stagione, invece, mette al centro della scena una narrazione a sè stante (almeno nei primi episodi). La vita di uno dei personaggi più conosciuti dell’universo di King nonchè uno dei più enigmatici: l’infermiera Annie Wilkes (Lizzy Caplan). Annie è in fuga da qualcosa. Mentre viaggia ininterrottamente di città in città trascinando con sè la figlia adolescente Joy (Elsie Fisher) verso quello che lei chiama “il posto del gran ridere”, vediamo anche come la donna sia costantemente sotto effetto di svariati farmaci date le sue continue quanto inquietanti visioni. Ma il loro viaggio viene bruscamente interrotto dopo che le due hanno un brutto incidente d’auto a Castle Rock. Ed è proprio qui che ci verranno svelate le traumatiche quanto terribili motivazioni e drammi familiari che si celano dietro il personaggio di Annie Wilkes.

In tempi relativamente brevi, Annie e Joy si ritrovano coinvolte nella spirale di una famiglia criminale che si trova ad affrontare un grande cambiamento. Reginald “Pop” Merrill (Tim Robbins) sta morendo di cancro e allo stesso tempo deve affrontare una crisi familiare. Suo nipote Ace (Paul Sparks) è abituato a gestire le cose a modo suo a Castle Rock. Ma il figlio adottivo di Pop, Abdi (Barkhad Abdi), sta guidando la costruzione di un centro comunitario nel vicino Jerusalem’s Lot che sta portando via alcuni dei lavoratori somali utilizzati da Ace. La sorella di Abdi, Nadia (Yusra Warsama), è una dottoressa dell’ospedale dove Annie trova lavoro; Ace gestisce il motel in cui Annie trova alloggio temporaneo. E da questo punto i riferimenti alla prima stagione iniziano a divetare più forti.

Castle Rock- Recensione

La serie ha inseguito il difficile equilibrio tra accontentare i fan e allo stesso tempo presentare al pubblico qualcosa di nuovo e ci è riuscita.

- Pubblcità -

Abusi, corruzione, violenza e problemi di salute mentale forniscono gran parte del dramma e della suspense in linea con i temi di King. Uno spettacolo complessivo che fornisce un ritratto sorprendente dell’America moderna.

Castle Rock offre la violenza, la suspense e l’orrore attesi. Ma la sua forza più evidente è la fedele adesione a uno dei principi fondamentali di King come autore. Che non c’è niente di più spaventoso dell’imprevedibilità della natura umana.

Castle Rock

Come tutte le migliori storie di Stephen King, è costantemente inquietante, ma le paure più inquietanti sono dosate con parsimonia. Naturalmente, questo è ciò che le rende ancora più efficaci.

Castle Rock usa il soprannaturale per meditare sull’incurante inettitudine che perseguita il sistema giudiziario americano. La minaccia casuale che permette agli abusi di prendere il sopravvento.

Il cast

La prima stagione vede come protagonisti Andrè Holland (Moonlight, Bones and All, ecc.), Melanie Lynskey (Due uomini e mezzo, Mrs. America, Yellowjackets, The last of us,ecc.), l’attrice premio Oscar Sissy Spacek (Carrie, La ragazza di Nashville, ecc.) e Bill Skarsgård (It, It-capitolo 2, John Wick 4, ecc.).

Mentre i nuovi interpreti della seconda stagione sono Lizzy Caplan (Mean girls, Now you see me 2, New girl, Masters of sex, ecc.), Paul Sparks (Boardwalk Empire – L’impero del crimine, House of Cards, ecc.), Barkhad Abdi e Yusra Warsama. Alla lista si aggiungono il premio Oscar Tim Robbins (Mystic River, Top Gun, La guerra dei mondi, Cattive acque, ecc.) e Elsie Fisher (Masha e Orso, Cattivissimo me, My best friend’s exorcism, The Summer I Turned Pretty, ecc.).

Come la migliore narrativa di King, nessun interprete è al di sotto degli altri qui nell’interpretare il proprio ruolo. Andre Holland, Melanie Lynskey e una formidabile Sissy Spacek si calano perfettamente nei panni dei loro personaggi emotivamente instabili. Mentre Bill Skarsgård è avvincente nei panni dell’angelo caduto (alias Satana).

Lizzy Caplan fa suo il personaggio di Annie Wilkes, una versione più disperata e spaventata del personaggio reso così famoso da Kathy Bates. Questa Wilkes combatte chiaramente una grave malattia mentale, il suo disturbo bipolare la costringe a prendere decisioni pessime. Senza strafare, Caplan cattura l’essenza di una donna che farà assolutamente di tutto per proteggere l’unica cosa che crede la mantenga davvero sana di mente. Sua figlia Joy. Tim Robbins è eccellente come un uomo che sa di aver fatto del male nella sua vita e lotta col rimorso di ciò che questo significa ora che si sta avvicinando la fine. Abdi, Fisher, Sparks, Warsama: sono tutti eccellenti.

Trailer

PANORAMICA

Regia
Soggetto e Sceneggiatura
Interpretazioni
Emozioni

SOMMARIO

Per tutti i fan del maestro dell'horror Stephen King, Castle Rock è la serie tv targata Hulu che fa per voi. Un piccolo gioiellino di serie che vanta due stagioni di 10 episodi l'una, andata in onda dal 2018 al 2019, purtroppo ingiustamente cancellata. La serie, ideata da Sam Shaw e Dustin Thomason, vede le varie storie e gli svariati personaggi dei racconti del re del terrore, intrecciarsi nell'immaginaria cittadina maledetta del Maine, Castle Rock.
Laura Pavanello
Laura Pavanello
Con la fantasia si può fare il più spettacoloso viaggio che sia consentito ad un essere umano". E questo per me è il cinema, il mio oggetto di studi, la mia passione, ma soprattutto il luogo dove i sogni diventano realtà.

ULTIMI ARTICOLI

Per tutti i fan del maestro dell'horror Stephen King, Castle Rock è la serie tv targata Hulu che fa per voi. Un piccolo gioiellino di serie che vanta due stagioni di 10 episodi l'una, andata in onda dal 2018 al 2019, purtroppo ingiustamente cancellata. La serie, ideata da Sam Shaw e Dustin Thomason, vede le varie storie e gli svariati personaggi dei racconti del re del terrore, intrecciarsi nell'immaginaria cittadina maledetta del Maine, Castle Rock.Castle Rock: una serie da riscoprire