HomeRecensioni FilmEcho: la nuova serie Marvel Spotlight

Echo: la nuova serie Marvel Spotlight

Dopo l’apparizione nel 2021 in Hawkeye, la guerriera Maya Lopez ritorna con Echo. Miniserie in cinque episodi prodotta dai Marvel Studios e nuovo tassello del Marvel Cinematic Universe, Echo porta con se anche la nuova etichetta Spotlight. Una dicitura che contrassegna una nuova linea, molto più adulta di quella messa in atto fino ad oggi della casa dei supereroi MCU. Non più umorismo eccessivo, ma violenza e sangue a fiotti, Spotlight è la nuova arma di Kevin Feige per cercare di accaparrarsi quella fetta ancora molto distaccata dal franchise, che vede ancora l’operazione iniziata nel 2008 con Iron Man come un intrattenimento per ragazzini.

Personaggio relativamente nuovo, apparso per la prima volta nei comics del 1999, Echo non ha mai riscosso un grandissimo successo in tutta la sua storia editoriale. Potrebbe quindi trovare una nuova rinascita sul fronte televisivo, inserendosi così in maniera trionfante nella saga cinematografica. Echo è disponibile nella sua interezza all’interno di Disney Plus.

Echo: trama

Cinque mesi dopo gli eventi che riguardavano il passaggio di testimone tra Occhio di Falco e Kate Bishop, Maya Hawks/Echo (Alaqua Cox) deve affrontare la rabbia di Kingpin (Vincent D’Onofrio). La scagnozza più terribile del re criminale di New York è ora un suo bersaglio. Maya lascerà alle spalle il suo passato per tornare nella sua cittadina natale, dalla quale è assente da vent’anni e dove ad aspettarla ci sono non solo la sua famiglia ma anche le proprie origini native.

echo
Maya Lopez/Echo

Echo, Kingpin, Daredevil….Il Marvel Cinematic Universe si allarga e cambia

Al contrario da quanto sempre dichiarato, sembra proprio che l’universo visto diversi anni fa su Netflix sia entrato a far parte di quello Disney. Tutti hanno amato Daredevil (2015-2018) ma non tutti, anzi in pochissimi, sono ad oggi soddisfatti di quanto realizzato dall’MCU sul fronte televisivo. Matt Murdock e Kingpin corrono così in aiuto. Ossa spezzate, pallottole alla nuca e sangue schizzante: la ricetta messa in tavola dai Marvel Studios aveva bisogno di qualche nuovo ingrediente, e questi sembrano siano quelli scelti.

Così nasce questo progetto inedito di nome Spotlight, una linea parallela ma allo stesso tempo che si incrocia con quelle viste fino ad ora. I prodotti Spotlight diventano così integranti alla linea narrativa principale ma non essenziali, dei capitoli a se stanti che anche chi non ha mai seguito l’MCU può ben comprendere, e che allo stesso tempo possono essere tranquillamente “saltati”. Echo è ufficialmente il primo prodotto nato da questa pensata che, in maniera forse azzardata, cerca di attingere a se una più grande fetta di pubblico.

echo
Kingpin, lo stesso presente nella serie ormai conclusa di Daredevil

Echo: la recensione

Maya Lopez e le sue radici native sono al centro di questo nuovo sceneggiato Marvel. Echo è una miniserie in cinque episodi tutta d’un fiato, ricca d’azione e priva di elementi fantascientifici, inserita all’interno di un contesto urbano poco supereroistico. A questo si aggiunga una protagonista completamente differente dal canone biondona supersexy catalogo rivista moda. Maya è una giovane donna con degli handicap fisici importanti, che l’ hanno indebolita nel fisico ma rafforzata nell’anima, un animo che ora non ha paura di combattere anzi, cerca inevitabilmente lo scontro.

Marion Dayre idea una serie che pone al centro di tutto Maya e il suo percorso di distaccamento dal male (Kingpin). L’uomo che dopo suo padre l’ha cresciuta è ora il suo più acerrimo nemico, un nemico troppo potente per essere sconfitto senza l’aiuto della famiglia e dello “spirito” delle generazioni passate. Qui l’elemento fantascientifico tipico dei cinecomics viene sostituito da quello spirituale, che esplora le tradizioni e cultura Choctaw. Tolto però questo punto di pregio, la serie è abbastanza grossolana e raffazzonata. Tutto si concentra su Maya e Kingpin e molti dei personaggi mostrati (vedi Devil e la cugina di Echo) compaiono pochi minuti per poi scomparire inaspettatamente.

Vi è poi un notevole calo negli ultimi due episodi, emotivamente più forti rispetto ai primi tre ma di livello inferiore sotto l’ottica qualitativa. L’azione e i combattimenti corpo a corpo, molto presenti nelle puntate iniziali, vanno sempre più ad affievolirsi, sostituiti da lunghi abbracci dolorosi e pianti amari. Un mancato bilanciamento che però non si può dire affossi completamente la serie, in ogni caso guardabile e godibile.

echo
Un immagine tratta dalla terza puntata di Echo

In conclusione

I Marvel Studios perdono ancora una volta l’occasione di fare il botto. Echo è una serie Disney che dai propri ex concorrenti, ora diventati parte integrante del progetto, trae ispirazione per iniziare un processo di maturazione e rinascita. Ha dalla sua il merito di aprire una nuova era (quella Marvel Spotlight) e di introdurre un personaggio che potrebbe rivelarsi di enorme importanza per le prossime fasi della saga. Nulla toglie infatti che Maya possa in futuro aggregarsi ai Nuovi Vendicatori, che pian piano stanno già prendendo forma.

Restano comunque le criticità sopra approfondite, prime su tutte una scrittura poco convincente e una fase calante dal quarto episodio in avanti. Echo passa comunque il test, posizionandosi nella parte alta della classifica delle serie Marvel uscite da tre anni a questa parte.

Echo: trailer

PANORAMICA

Regia
Soggetto e sceneggiatura
Interpretazioni
Emozioni

SOMMARIO

Il Marvel Cinematic Universe inizia il 2024 con Echo, una miniserie in cinque episodi tutto sommato gradevole.
Davide Secchi T.
Davide Secchi T.
Cresciuto a pane e cinema, il mio amore per la settima arte è negli anni diventato sempre più grande e oltre a donarmi grandissime emozioni mi ha accompagnato nella mia maturazione personale. Orson Welles, Ingmar Bergman, Akira Kurosawa e Federico Fellini sono gli autori che mi hanno avvicinato a questo mondo meraviglioso.

ULTIMI ARTICOLI

Il Marvel Cinematic Universe inizia il 2024 con Echo, una miniserie in cinque episodi tutto sommato gradevole.Echo: la nuova serie Marvel Spotlight