HomeRecensioni FilmMalvagi: le apparenze ingannano

Malvagi: le apparenze ingannano

-

Malvagi è una horror/comedy del 2019 diretta da Robert Olsen e disponibile su Netflix. Si tratta di una pellicola che unisce ironia e grottesco ma, purtroppo, non utilizza al meglio le sue capacità.

Trama

Malvagi racconta la storia di Mickey e Jules, due ladri maldestri e due amanti in fuga, diretti a sud per un nuovo inizio in Florida. Quando la loro auto si ferma dopo una rapina in una stazione di servizio, irrompono in una casa nei dintorni alla ricerca di un nuovo mezzo. Ma ciò che trovano è invece un oscuro segreto, e la dolce coppia di proprietari della casa farà di tutto per impedire che venga divulgato.

Malvagi

Il cast di Malvagi

Il cast del film Malvagi è estremamente ridotto, per quasi tutta la pellicola, infatti, sono presenti solamente quattro personaggi. Bill Skarsgård è Mickey, un ragazzo maldestro e perdutamente innamorato della bella Jules, interpretata da Maika Monroe. I due attori hanno una chimica unica sulla pellicola e tempi comici degni di nota. Ad interpretare i due folli proprietari di casa, George e Gloria, troviamo Jeffrey Donovan e Kyra Sedgwick. La coppia è perfetta nel ruolo di svitati dalla facciata di persone per bene possiedono una mimica facciale a dir poco inquietante.

- Pubblicità -
Malvagi

Mai fidarsi delle apparenze

Malvagi è il tipico film in cui nulla è ciò che sembra, a cominciare dalla coppia proprietaria di casa. I due si presentano come persone per bene e Mickey quasi casca in questa pantomima. Tuttavia, un oscuro segreto avvolge quella casa e i ragazzi lo scopriranno a loro spese. L’opposizione tra l’eleganza e la pazzia che contraddistingue George e Gloria è esemplare e tipica di qualsiasi malvagio. La pellicola, infatti, è intesa a prendere tutti i clichè dei villains che negli anni hanno fatto parte della cinematografia. Anche se, a volte, la backstory dei personaggi risulta confusa condita da troppi elementi. Come può una coppia così gentile ed educata essere una minaccia?

Mickey e Jules sono due ragazzi che si amano follemente e hanno un sogno: andare a vivere in Florida. Purtroppo, però, non sono decisamente capaci di grandi imprese nella vita. I due sono maldestri e ingenui e troppo buoni per un mondo pieno di cose terrificanti. La dinamica che si crea in Malvagi è quella degli equivoci, dettata da una parte da Mickey e Jules che mettono il loro amore sopra a tutto e George e Gloria che temono di essere denunciati. Il montaggio rapido e serrato, unito a dialoghi incalzati, spinge lo spettatore a tenere lo sguardo incollato allo schermo.

Malvagi, ma non troppo

Malvagi parte in maniera molto buona, riuscendo a creare con pochi accostamenti e giochi di montaggio una tensione unica. Il connubio tra l’ingenuità e l’incapacità dei due ragazzi e la pazzia dei proprietari di casa è semplicemente meraviglioso. In ogni momento lo spettatore non sa cosa aspettarsi da loro e ciò provoca ilarità. Tuttavia, non viene sfruttato appieno il potenziale dei personaggi, specialmente della coppia formata da George e Gloria. Manca una componente splatter e dell’assurdo che nelle commedie horror è assolutamente necessario. Sarebbe stato bello vedere i due rapitori osare molto di più nelle torture e nella cattiveria.

Malvagi

Se pur Malvagi offre un assaggio di grottesco e sangue, si esprime al suo massimo solamente sul finale. Alla fine della visione è come se mancasse qualcosa, come se fosse stato tutto una preparazione ad un esplosione che, tuttavia, non avviene. Generalmente ciò che caratterizza le commedie horror è la presenza notevole di sangue e scene splatter. Qui, invece, mancano quasi del tutto e non viene sfruttato in maniera consona il potenziale dei villains. Nonostante ciò, la forza di questa pellicola è senz’altro il cast, preparato e dinamico, e l’ironia che strappa una risata in mezzo alla tensione.

Conclusioni

Malvagi è una pellicola horror/comedy che riesce ad unire il grottesco all’ironia, creando un perfetto connubio tra inquietudine e divertimento. Il cast risulta ben amalgamato e dinamico, guidato da dialoghi serrati e acuti. Tuttavia, Robert Olsen non osa molto e non sfrutta appieno le capacità della pellicola. Malvagi avrebbe potuto essere un prodotto molto più originale e funzionale, se solo la sceneggiatura avesse osato di più con scene splatter e scorrette. Nonostante ciò risulta una pellicola divertente e scorrevole, che intrattiene in maniera ottima lo spettatore.

PANORAMICA

Regia
Soggetto e sceneggiatura
Interpretazioni
Emozioni

SOMMARIO

Malvagi è una horror comedy che, se pur divertendo e intrattenendo, non riesce a sfruttare appieno le sue potenzialità. Nonostante un cast spumeggiante e un montaggio dinamico e serrato, la mancanza di cattiveria nei villains e di scene splatter si fa sentire. Il grottesco diverte e intrattiene, ma sembra un costante climax verso un apice che non viene mai raggiunto.
Laura Maddalozzo
Laura Maddalozzo
Datemi uno schermo e dei popcorn e sono la persona più felice del mondo. Il mio habitat cinematografico? Un’apocalisse zombie o ovunque ci sia un’atmosfera horror

ULTIMI ARTICOLI

Malvagi è una horror comedy che, se pur divertendo e intrattenendo, non riesce a sfruttare appieno le sue potenzialità. Nonostante un cast spumeggiante e un montaggio dinamico e serrato, la mancanza di cattiveria nei villains e di scene splatter si fa sentire. Il grottesco diverte e intrattiene, ma sembra un costante climax verso un apice che non viene mai raggiunto.Malvagi: le apparenze ingannano