HomeRecensioni FilmIF: il nuovo film con Ryan Reynolds è dolorosamente insipido

IF: il nuovo film con Ryan Reynolds è dolorosamente insipido

-

IF (IF – Gli amici immaginari) è un film del 2024, in uscita ora nelle sale cinematografiche, scritto e diretto dall’attore e regista John Krasinski (The Office, Jack Ryan, A Quiet Place, A Quiet Place 2) con protagonisti Ryan Reynolds (Ricatto d’amore, The Voices, Safe House, Deadpool, Deadpool 2, Come ti ammazzo il bodyguard, The Adam Project, Spirited, ecc.) e la giovanissima Cailey Fleming (Peppermint, Loki, The walking dead, ecc.).

Un dolce inno alla riscoperta del proprio bambino interiore, IF funziona in gran parte come intrattenimento per famiglie vecchio stile non riuscendo però mai nell’intento di emulare i classici Pixar a cui si ispira. Una trama sfocata, debole e dialoghi “zuccherosi” rendono il tutto fin troppo prevedibile.

IF è una fiaba dai toni amari, che tenta di riflettere sulla morte, il dolore e la perdita, ma lo fa in modo sbagliato. Il concetto è solido ma la storia è faticosa. L’esecuzione è un pasticcio eccessivamente sentimentale, spesso confuso. Non è né abbastanza frenetico per i bambini né abbastanza spiritoso per gli adulti. È il tipo di film che anche quando una scena emotivamente solida scatta, dura troppo a lungo e perde la sua efficacia.

IF

IF- Trama

Dopo che John Krasinski ha trasformato A Quiet Place in un inaspettato successo horror, l’attore e regista ha avuto carta bianca per esplorare altri angoli della sua vivida immaginazione. Purtroppo, IF è per lo più un disordinato esperimento.

In superficie, IF ha un concetto ragionevolmente semplice. Nell’universo del film gli amici immaginari, alias “IF”, sono creature autonome portate in vita da bambini con menti creative. Una volta che i bambini invecchiano e non hanno più bisogno del loro aiuto, dimenticano i loro amici immaginari. Di solito, le uniche persone che possono vedere gli IF che popolano il pianeta sono i bambini che ne hanno bisogno. Tuttavia, Bea (Cailey Fleming) è una bambina speciale che, dopo aver perso sua madre e con il padre (John Krasinski) in ospedale, scopre di poter vedere le creature dopo essersi trasferita a casa di sua nonna (Fiona Shaw). Abbastanza rapidamente, Bea unisce le forze con il custode degli IF, Cal (Ryan Reynolds), per trovare loro nuovi bambini amorevoli.

Dalla sinossi, IF dovrebbe essere un semplice film per famiglie in grado di deliziare le persone di tutte le età in cerca di intrattenimento. Sfortunatamente, il film cerca di destreggiarsi tra troppe cose, ostacolando la sua capacità di lasciare un’impressione duratura.

IF- Recensione

Il primo e più evidente difetto di IF è il modo in cui non riesce a spiegare le regole che governano le sue creature titolari. Il film trascorre gran parte della sua durata introducendo nuovi adorabili mostri ed esplorando il modo in cui gli amici immaginari interagiscono con gli umani. Tuttavia, quando arrivano i titoli di coda, è ancora impossibile sapere esattamente da dove vengono gli amici immaginari, qual è il loro destino finale e qual è esattamente il loro legame con le persone in carne ed ossa. 

È ancora più snervante che nessuno dei personaggi del film sembri interessato a queste domande, poiché Bea e gli altri umani accettano semplicemente le cose incredibili che attraversano senza mai chiedersi perché o come (così come quando la nonna di Bea rivede la sua IF, accettando passivamente la cosa senza domandarsi né come né perchè). È evidente dalla trama di IF che Krasinski ha troppe idee da vendere. Forse per questo motivo la sua sceneggiatura non può andare oltre la costruzione superficiale del mondo.

IF

La mancanza di coerenza interna è particolarmente dannosa in un fantasy, in cui la sospensione dell’incredulità è essenziale per apprezzare una storia. Senza regole fisse, un film fantasy fatica ad attirare l’attenzione del pubblico, poiché invece di godersi la narrazione, il pubblico si chiede perché cose insensate continuino ad apparire sullo schermo senza motivo. In questa nota, IF è un completo fallimento, poiché la sua storia si snoda troppo spesso, lasciando dietro di sé buchi nella trama delle dimensioni di crateri.

Ciò accade perché Krasinski sta cercando di realizzare due film diversi contemporaneamente. Da un lato, IF è una storia complessa sul trauma infantile e sui modi meravigliosi che la mente trova per affrontare il dolore. Dato che potrebbe essere troppo difficile da digerire per i bambini, la storia viene ridotta a una serie di scene CGI colorate ma alla fine sconnesse che sono divertenti da guardare solo se spegni il cervello e accetti che nulla dovrebbe avere senso.

IF- Il cast

La stranezza di tutto ciò è amplificata dal fatto che nel film conosciamo solo alcuni amici immaginari. Senza obiettivi individuali o personalità ben definite, la maggior parte degli amici immaginari si confondono in uno sfondo caotico color arcobaleno. Inoltre, poiché la maggior parte di essi scompare dallo schermo con la stessa rapidità con cui appare, non c’è tempo per creare alcuna connessione.

In mezzo al caos, Fleming offre una performance sorprendentemente accattivante. Detto questo, è stata ovviamente sbagliata perché nessuno può credere, nemmeno per un secondo, che Bea abbia solo 12 anni. Quindi, anche quando Fleming mette il suo cuore e la sua anima per far risaltare Bea, è difficile vedere questa attrice relativamente matura come una bambina innocente che impara a gestire le sue emozioni.

Il resto delle esibizioni di IF sono un miscuglio. Ryan Reynolds, ad esempio, offre una performance stranamente sottotono. È solo un tipo scontroso messo sul set delle riprese per contrastare la crescente positività di Bea. 

In conclusione

Nessuno può negare che IF abbia un grande cuore colmo di emozioni da vendere, il che potrebbe far guadagnare al film un po’ di buona volontà. Tuttavia, non basta appassionarsi a un progetto; devi offrire un’esecuzione soddisfacente affinché le persone si ricordino per sempre di quella pellicola. Non è il caso dell’ultimo film di Krasinski, poiché il regista non ha trovato il modo giusto di mettere insieme tutte le idee che voleva inserire in un unico film.

IF

Trailer

PANORAMICA

Regia
Soggetto e Sceneggiatura
Interpretazioni
Emozioni

SOMMARIO

IF (IF - Gli amici immaginari) è un film del 2024, in uscita ora nelle sale cinematografiche, scritto e diretto dall'attore e regista John Krasinski (The Office, Jack Ryan, A Quiet Place, A Quiet Place 2) con protagonisti Ryan Reynolds (Ricatto d'amore, Safe House, Deadpool, Deadpool 2, Come ti ammazzo il bodyguard, The Adam Project, Spirited, ecc.) e la giovanissima Cailey Fleming (Peppermint, Loki, The walking dead, ecc.). In superficie, IF ha un concetto ragionevolmente semplice. Nell'universo del film gli amici immaginari, alias "IF", sono creature autonome portate in vita da bambini con menti creative. Una volta che i bambini invecchiano e non hanno più bisogno del loro aiuto, dimenticano i loro amici immaginari. Di solito, le uniche persone che possono vedere gli IF che popolano il pianeta sono i bambini che ne hanno bisogno. Tuttavia, Bea (Cailey Fleming) è una bambina speciale che, dopo aver perso sua madre e con il padre (John Krasinski) in ospedale, scopre di poter vedere le creature dopo essersi trasferita a casa di sua nonna (Fiona Shaw). Abbastanza rapidamente, Bea unisce le forze con il custode degli IF, Cal (Ryan Reynolds), per trovare loro nuovi bambini amorevoli. Dalla sinossi, IF dovrebbe essere un semplice film per famiglie in grado di deliziare le persone di tutte le età in cerca di intrattenimento. Sfortunatamente, il film cerca di destreggiarsi tra troppe cose, ostacolando la sua capacità di lasciare un’impressione duratura.
Laura Pavanello
Laura Pavanello
Con la fantasia si può fare il più spettacoloso viaggio che sia consentito ad un essere umano". E questo per me è il cinema, il mio oggetto di studi, la mia passione, ma soprattutto il luogo dove i sogni diventano realtà.

ULTIMI ARTICOLI

IF (IF - Gli amici immaginari) è un film del 2024, in uscita ora nelle sale cinematografiche, scritto e diretto dall'attore e regista John Krasinski (The Office, Jack Ryan, A Quiet Place, A Quiet Place 2) con protagonisti Ryan Reynolds (Ricatto d'amore, Safe House, Deadpool, Deadpool 2, Come ti ammazzo il bodyguard, The Adam Project, Spirited, ecc.) e la giovanissima Cailey Fleming (Peppermint, Loki, The walking dead, ecc.). In superficie, IF ha un concetto ragionevolmente semplice. Nell'universo del film gli amici immaginari, alias "IF", sono creature autonome portate in vita da bambini con menti creative. Una volta che i bambini invecchiano e non hanno più bisogno del loro aiuto, dimenticano i loro amici immaginari. Di solito, le uniche persone che possono vedere gli IF che popolano il pianeta sono i bambini che ne hanno bisogno. Tuttavia, Bea (Cailey Fleming) è una bambina speciale che, dopo aver perso sua madre e con il padre (John Krasinski) in ospedale, scopre di poter vedere le creature dopo essersi trasferita a casa di sua nonna (Fiona Shaw). Abbastanza rapidamente, Bea unisce le forze con il custode degli IF, Cal (Ryan Reynolds), per trovare loro nuovi bambini amorevoli. Dalla sinossi, IF dovrebbe essere un semplice film per famiglie in grado di deliziare le persone di tutte le età in cerca di intrattenimento. Sfortunatamente, il film cerca di destreggiarsi tra troppe cose, ostacolando la sua capacità di lasciare un’impressione duratura.IF: il nuovo film con Ryan Reynolds è dolorosamente insipido