Kit Harington: arrivano le prime conferme sul sequel de Il trono di spade

Solo una settimana fa The Hollywood Reporter lanciava in esclusiva la notizia di un sequel de Il Trono di Spade. Un progetto targato ovviamente HBO, con al centro della scena la figura di Jon Snow, personaggio principale delle otto stagioni, interpretato da Kit Harington.

Né HBO né l’attore avevano rilasciato ulteriori commenti.

Kit Harington
Kit Harington, Il Trono di Spade

Negli ultimi giorni, tuttavia, ci hanno pensato Emilia Clarke e George R. R. Martin a sgomberare il campo da ogni dubbio.

L’attrice, che nella serie ha interpretato Daenerys Targaryen, per l’occasione del suo prossimo impegno teatrale all’Harold Pinter Theatre di Londra con il dramma di Cechov Il gabbiano, ha rilasciato un’intervista alla BBC. Alla domanda sul presunto sequel, la Clarke ha confermato la notizia, lasciandosi andare ad un’altra piccola confessione: “[Kit Harington] me ne aveva parlato. So che il progetto esiste. È nei piani. Da quel che so è stata un’idea di Kit, tutto è partito da lui. Quello che si vedrà, e spero accada, porterà la firma di Kit Harington”.

Che sia stato l’attore inglese a proporre e progettare il sequel è stato ribadito anche da George R. R. Martin, direttamente nel suo blog. Lo scrittore americano, in un lungo post, scrive che una serie su Jon Snow è in progress; il titolo provvisorio è semplicemente Snow. Facendo riferimento alle parole della Clarke aggiunge: “Sì, è stato Kit Harington a portarci l’idea. Non posso dire i nomi degli sceneggiatori e degli showrunners, tutto deve rimanere ancora confidenziale…ma Kit li ha coinvolti in un suo team, sono formidabili”. E ancora: “Kit e la sua squadra mi hanno fatto visita qui a Santa Fe, dove abbiamo lavorato con il mio talentuoso gruppo per elaborare lo show”.

Lo scrittore non ha mancato però di sottolineare, a più riprese, come la prudenza nell’ambito delle produzioni seriali-televisive sia d’obbligo. Ricordando che HBO ha in cantiere altri quattro show (in fase di sceneggiatura) ispirati al suo mondo delle Cronache del ghiaccio e del fuoco, Martin avverte che un progetto televisivo non ha garanzie di essere prodotto: “La probabilità che tutte le serie vadano in onda mi piacerebbe, ma non è così che funziona di solito”. Una sincerità che forse serve anche a calmare le acque agitate da questo primo sequel che ha già fatto parlare e discutere.

Giulia Angonese
Giulia Angonese
Percorso formativo in filosofia (PhD conseguito nel 2017), mi dedico al cinema con passione e continuità, cercando sempre di cogliere dinamiche di pensiero e atmosfere sottese agli intrecci narrativi.

ARTICOLI RELATIVI

ULTIMI ARTICOLI