HomeRecensioni FilmI Peggiori Giorni: recensione del film con Edoardo Leo

I Peggiori Giorni: recensione del film con Edoardo Leo

-

I Peggiori Giorni, arriverà nelle sale italiane il 15 agosto 2023. Il film è il sequel de I Migliori Giorni, con un cast tutto italiano che comprende alcuni tra i migliori attori della nostra generazione. Diretto e interpretato da Edoardo Leo e Massimiliano Bruno, comprende inoltre  Anna FogliettaRenato CarpentieriFabrizio BentivoglioGiuseppe BattistonClaudia PandolfiRocco PapaleoSara Baccarini. Il lungometraggio è stato presentato in occasione del Taormina Film Fest 69, durante il quale gran parte del cast si è presentato per promuovere il progetto. Il tono di I Peggiori Giorni è più malinconico rispetto a I Migliori Giorni, offrendo profondi spunti di riflessione.

I Peggiori Giorni: trama

I Peggiori Giorni è un film corale diviso in parti. Ogni episodio ripercorre una particolare festività. Partendo dal Natale, segue la Festa dei lavoratori, Ferragosto e infine Halloween. Nella prima parte tre fratelli dovranno decidere durante il Natale chi di loro sarà costretto a donare un rene all’amato padre in fin di vita. Nel secondo episodio, un imprenditore sull’orlo del fallimento verrà minacciato da un ex dipendente il giorno della festa dei lavoratori. Nella terza vicenda, i festeggiamenti di Ferragosto si trasformeranno in un dramma familiare quando un video compromettente circolato in rete, costringerà i genitori a fare i conti con la realtà. Nel quarto episodio, Le difficili sfaccettature del rapporto padre-figlia verranno affrontate il giorno di Halloween, ricorrenza dolorosa causata da un lutto condiviso. Ogni vicenda sottolinea temi contemporanei dei nostri giorni, durante ricorrenze festeggiate da gran parte della popolazione italiana.

I peggiori Giorni

I Peggiori Giorni: recensione

Il lungometraggio tratta in modo delicato vicende universali, che potrebbero coinvolgere personalmente ogni spettatore. Il desiderio di Edoardo Leo e Massimiliano Bruno di rilanciare la commedia italiana si realizza, grazie alla loro capacità di coinciliare comicità e dramma in un film che non risulta mai stucchevole o scontato. Ogni episodio porta un contenuto unico e non ripetitivo, dimostrando come gli italiani, con pochi strumenti a disposizione siano ancora in grado di presentare prodotti cinematografici di qualità.

I Peggiori Giorni, riprende gli elementi vincenti del suo predecessore, aggiungendo spessore e profondità, creando una commedia tragicomica, capace di mostrare le sfaccettature più oscure e vili della natura umana, esaltandone l’ipocrisia.

Tutti gli attori recitano la parte alla perfezione offrendo interpretazioni commoventi e potenti. Le location scelte per i diversi episodi, nonostante piuttosto ripetitive e limitate, passano in secondo piano grazie alla capacità dei personaggi di catalizzare la scena e di mantenere alto il livello di attenzione dello spettatore, facendolo ridere e piangere allo stesso tempo.

I peggiori giorni

Natale e Primo Maggio

L’episodio del Natale è protagonizzato dai tre fratelli già conosciuti per I Migliori Giorni. Questi, si troveranno a fare i conti con una bizzarra richiesta da parte del padre alla disperata ricerca di un rene. L’episodio scatenerà una serie di reazioni mettendo in evidenza alti livelli di ipocrisia, propri della natura umana. Individui sempre alla ricerca di vantaggi per il proprio tornaconto personale e mai pronti a fare qualcosa per puro altruismo.

La festa dei lavoratori, forse la vicenda più tragica del lungometraggio, mostra il controverso rapporto tra dipendente e datore di lavoro. Affronta i danni che il Covid ha provocato a molti imprenditori, costringendo gran parte di loro a dichiarare il fallimento delle proprie aziende, causa incoinciliabili problematiche finanziarie. Lo scontro tra un lavoratore alla disperata ricerca della propria liquidazione e un datore di lavoro sull’orlo del lastrico, entrambi vinti da un sistema più grande di loro.

I peggiori giorni

Ferragosto e Halloween

Ferragosto tratta la relazione tra genitori e figli, sottolinenando la loro incapacità di comunicare o di comprendere fino in fondo situazioni delicate. I protagonisti di questa vicenda si trovano a fare i conti con delle foto e video inappropriati circolati su internet, che hanno causato danni ad una ragazza, troppo ubriaca per comprendere la situazione intorno a lei. La vicenda è volta a esporre i danni che un cattivo esempio portato dai genitori e il consumo eccessivo di social media possono provocare negli adolescenti.

Per concludere, forse l’episodio più ottimista è quello di Halloween. Un padre e una figlia affrontano il dolore di una perdita importante, il cui anniversario cade proprio il 31 ottobre. Rocco Papaleo in questa vicenda è afflitto da un grave depressione che gli impedisce di trovare le forze per affrontare la vita, ormai disoccupato e in stato di miseria. La figlia, decide pertanto di trovare un modo per risollevarlo e fargli comprendere che la sofferenza può essere incanalata in modi diversi.

I Peggiori Giorni: conclusioni

Come dichiarato dai registi in conferenza stampa l’intenzione che si cela dietro a I Peggiori Giorni è quella di spingere gli italiani a tornare nelle sale cinematografiche dopo un periodo di crisi per il settore. Gli ingredienti utilizzati all’interno del lungometraggio in un’epoca dominata dalle differenze cercano di trovare un compromesso comune al pubblico. Ognuno di noi è infatti costretto a celebrare le festività e spesso queste ricorrenze si trasformano in possibilità di riflessione a autoanalisi. Inoltre l’intenzione legata all’uscita del film in estate non è affatto casuale, in quanto i produttori vogliono spingere gli spettatori ad andare al cinema anche in questo periodo dell’anno. La visione del film è assolutamente consigliata, grazie ad un cast molto espressivo e storie mai scontate.

Trailer e dove vederlo

I Peggiori Giorni è disponibile nelle sale italiane a partire dal 15 agosto 2023, mentre I Migliori Giorni è disponibile su Netflix con la possibilità di vederlo gratuitamente tramite la settimana di prova.

PANORAMICA

Regia
Soggetto e sceneggiatura
Interpretazioni
Emozioni

SOMMARIO

I Peggiori Giorni non solo si conferma come un degno sequel del suo predecessore, ma lo supera in contenuti e profondità. La visione è assolutamente consigliata in un periodo in cui il cinema italiano non viene esaltato come dovrebbe.
Lucrezia Lugli
Lucrezia Lugli
La passione per il cinema mi ha accompagnato dall’infanzia all’età adulta, ma ho impiegato più del previsto a capire che sarebbe diventata la mia strada. Guardo ogni genere di contenuto da film a serie tv, questo comprende anche i più grandi successi delle piattaforme streaming.

ULTIMI ARTICOLI

I Peggiori Giorni non solo si conferma come un degno sequel del suo predecessore, ma lo supera in contenuti e profondità. La visione è assolutamente consigliata in un periodo in cui il cinema italiano non viene esaltato come dovrebbe. I Peggiori Giorni: recensione del film con Edoardo Leo