HomeNewsBarry Keoghan spiega il motivo per cui ha abbandonato il set de...

Barry Keoghan spiega il motivo per cui ha abbandonato il set de Il gladiatore 2

-

Parlando con IndieWire, Barry Keoghan ha confermato la sua dipartita dal cast de Il gladiatore 2. L’attore, che nell’ultimo anno ha fatto molto parlare di sé, si è riferito a un conflitto tra il progetto di Ridley Scott e un altro a cui stava già lavorando. Keoghan non ha voluto entrare nel dettaglio, ma molti già pensano che si tratti di Bird, presentato a Cannes 2024, del regista Andrea Arnold.

Conflitti, conflitti di programma”, ha detto Keoghan. “Sono un grande fan del Gladiatore e un grande fan di quel cast. È un peccato che non si possano fare entrambe le cose. Ma questo succede in questo gioco. Non si possono fare entrambe le cose“.

Barry Keoghan se ne va, ma il cast rimane da urlo!

Il Gladiatore 2 è opera del regista Ridley Scott, reduce dal dibattuto Napoleon, e dello sceneggiatore David Scarpa. Il film sarà ambientato 15 anni dopo gli eventi del precedente trionfo cinematografico con protagonista Russell Crowe, premiato con ben 5 Oscar. La nuova opera sarà incentrata su un Lucio ormai adulto, introdotto nel primo capitolo come figlio di Lucilla.

Lucio sarà interpretato dal candidato all’Oscar Paul Mescal, che ha descritto la sua preparazione fisica per il ruolo come un processo “davvero interessante”.

Penso sia ovvio che se interpreti un gladiatore devi essere in forma e forte. Ma penso che un film come Il gladiatore sia diverso perché, per me, non è un film di supereroi in cui metà del lavoro è, a mio avviso, solo diventare grandi e forti”, ha detto. “In questo film Russell doveva essere forte perché aveva senso per il suo personaggio”.

Barry Keoghan quindi non ci sarà, ma il cast non delude affatto. Oltre al già citato Paul Mescal, a prendere parte al progetto, tra i tanti, ci saranno: Denzel Washington, Connie Nielsen, Pedro Pascal e Djimon Hounsou.

Speriamo che l’attesa sia ben ricompensata.

Riccardo Brunello
Riccardo Brunello
Il cinema mi appassiona fin da quando ero un ragazzino. Un amore così forte che mi ha portato ad approfondire sempre di più la settima arte e il mondo che la circonda. Ho un debole per i film d’autore e per il cinema orientale, ma, allo stesso tempo, non riesco a fare a meno di un multisala, un secchio di popcorn, una bibita fresca e un bel blockbuster.

ULTIMI ARTICOLI