Bad Boys For Life. Bad Boys per sempre. A 17 anni dalla loro ultima indagine sul grande schermo, e a 25 dalla prima, tornano in sala i detective della narcotici di Miami Mike Lowrey e Marcus Burnett, ancora con i volti di Will Smith e Martin Lawrence.

Dietro la cinepresa non c’è più Michael Bay, che aveva dato vita al franchise nel lontano 1995, ma i giovani Adil El Arbi e Bilall Fallah. Bay si è riservato un cameo nel film, che si dice abbia diretto lui stesso. Un concentrato di azione, adrenalina e tanta ironia che si mette in mostra già nelle sequenze iniziali.

Bad Boys
Da sinistra, Will Smith e Martin Lawrence

Rischiamo insieme, moriamo insieme. Bad Boys per sempre”.

Il motto di Mike e Marcus dai tempi dell’infanzia

I primi venti minuti sono un crogiolo di omaggi ai fan della saga. Mike alla guida di una supercar da 200mila dollari (in Bad Boys 2 era una Ferrari, oggi una Porsche 911 Carrera), Marcus al suo fianco in preda ad attacchi di panico. Il tutto per arrivare in tempo all’ospedale e assistere alla nascita del primo nipote di quest’ultimo.

Sua figlia infatti, l’adolescente che faceva preoccupare il padre nel precedente capitolo è ora legata al suo uomo, Reggie. Il giovane ragazzo che veniva scambiato per trentenne dai poliziotti della narcotici in Bad Boys 2 ora 30 anni li ha davvero, ed è un militare della marina.

Tutti sono felici e festeggiano la nascita del piccolo rampollo di casa Burnett e il matrimonio della coppia.

Bad Boys
I due protagonisti in “Bad Boys 2” del 2003

Abbiamo più tempo alle spalle che davanti a noi”.

Marcus rivolto a Mike

La novità di questo terzo capitolo è che Marcus va in pensione. E non cambia idea nemmeno quando il collega e fratello di sempre viene sparato per strada e ridotto in fin di vita.

Una donna messicana infatti, Isabel Aretas (Kate del Castillo) detta la “bruja” (strega) per i suoi legami con la magia nera, fugge di prigione e, insieme al figlio Armando (Jacob Scipio), dichiara vendetta agli assassini del marito. Sulla lista della morte c’è anche Mike, che scoprirà di essere legato molto più del previsto con la donna del “cartillo” della droga.

Ripresosi dopo sei mesi di convalescenza, il detective Lowrey decide di indagare sul caso, ma non trova l’appoggio né del fratello Marcus né dello storico capo Conrad Howard (Joe Pantoliano). Sarà assegnato alla Ammo, una “boy band con le armi” come la definisce Mike, formata dalle giovani reclute della polizia Kelly (Vanessa Hudgens), Dorn (Alexander Ludwig) e Rafe (Charles Melton). Alla loro guida, Rita (Paola Nuñez), ex fiamma dello stesso Mike.

Da sinistra, Alexander Ludwig, Charles Melton e Vanessa Hudgens

Dopo la droga cubana di Bad Boys 2 con Johnny Tapia (Jordy Mollà), qui è il cartello messicano a incasinare le vite dei due detective strampalati, sempre a metà tra una soluzione geniale e un passo completamente folle.

Tante sparatorie e altrettanti momenti comici accompagnano le loro gesta. Non ci sono i fasti di un tempo, complici l’età dei due protagonisti (Smith ha 51 anni, Lawrence 54) e una trama non sempre all’altezza. Bad Boys For Life però resta un ottimo progetto che diverte ed emoziona.

Cazzo Mike, con questi occhiali vedo in Hd”.

Marcus rivolto a Mike dopo aver scoperto di aver problemi di vista
Bad Boys
Will Smith in scena

Bravi i registi a offrire lampi interessanti e degni di nota. Geniale il paragone delle vite dei due detective dopo il ritiro di Marcus: mentre quest’ultimo indossa vestaglia e pantofole, Mike veste abiti eleganti e carica le pistole, mentre Burnett reclina lo schienale della poltrona, Mike inserisce le marce della sua Porsche.

Colonna sonora azzeccata, firmata Dj Khaled, che ha anche una piccola parte nel film, ottimi i testi scritti dalla star del reggaeton Nicky Jam, che interpreta il braccio destro di Armando, Lorenzo “Swae Lo” Rodriguez.

Il tutto accompagnato dal travolgente singolo Bay Boy For Life del rapper P. Diddy e dall’ormai celebre remix di Rhythm of The Night dei Corona, qui opera di J Balvin e Black Eyed Peas, Ritmo.

Il video ufficiale del singolo di J Balvin e Black Eyed Peas

“Questa volta è l’ultima?”

Marcus a Mike in una delle scene finali

Successo al botteghino in Usa e nel mondo, quasi 400 milioni di dollari, Bad Boys For Life ha già un sequel in programma. Will Smith, produttore del capitolo, ha già parlato con Sony, che ha diffuso il comunicato dell’avvio della produzione di Bad Boys 4 come confermato dal The Hollywood Reporter. Alla regia potrebbe tornare Michael Bay.

Bad Boys
Paola Núñez in una scena del film ambientata in un club

Del resto dopo il finale stesso del film, con il ritorno in polizia di Marcus e una scena dopo i titoli di coda piuttosto sibillina, il quarto capitolo è cosa scontata.

Speriamo solo di non dover aspettare altri 17 anni.

Voto Autore: 4 out of 5 stars