HomeNewsF1, smentite le voci riguardo i costi fuori controllo per il film

F1, smentite le voci riguardo i costi fuori controllo per il film

Assieme al primo trailer ufficiale di F1 (qui l’articolo a riguardo) è giunta anche notizia di una serie di polemiche legate a presunti costi spropositati per la realizzazione del film di Joseph Kosinski e con protagonista Brad Pitt. Ci ha pensato il produttore Jerry Bruckheimer a fare chiarezza in merito.

F1, i presunti costi spropositati

Il produttore Jerry Bruckheimer, ha smentito le voci riguardanti i costi a dir poco esagerati per la realizzazione del film. Si parlava addirittura di un costo di 300 milioni di dollari, ma Bruckheimer è stato chiaro a riguardo:

Siamo lontani decine di milioni di dollari da quella cifra. Chi ha messo in giro queste insinuazioni non sa, ad esempio, degli sgravi fiscali presenti in alcune zone in cui abbiamo girato, non soltanto in Inghilterra, ma anche altre zone d’Europa e Abu Dhabi. Solo questo è un esempio di come il budget può abbassarsi facilmente. Senza contare le sponsorizzazioni di alcuni team di Formula 1. Riguardo ai reshoot, non ne abbiamo fatti. Una volta partito lo sciopero l’estate scorsa, abbiamo creato un’unità più piccola, ridotto lo staff. Abbiamo risparmiato soldi perché non abbiamo rigirato nulla. Joe ha fatto esattamente ciò che voleva. Ora siamo tornati a Silverstone in compagnia degli attori.

Quel che sappiamo finora

Oltre all’attore premio Oscar Brad Pitt, da sempre interessato al mondo dei motori e spesso intravisto nei più importanti circuiti mondiali, figurano nel film anche Javier Bardem, Kerry Condon e Damson Idris, per una produzione Apple e Warner Bros..

F1

Il film narra le vicende di Sonny Hayes, ex pilota di alto livello di F1 che decide di tornare in pista per avere la propria rivincita. Per la realizzazione della pellicola sono state usate notevoli risorse: vetture della Formula 2 e Formula 3, modificate con l’aiuto della Mercedes AMG, mentre sono state impiegate oltre 50 telecamere negli abitacoli ma, come appena specificato da Bruckheimer, non c’è stato alcun costo esageratamente alto. A fine trailer, è menzionato il 2025 come possibile anno di rilascio.

Danilo Abate
Danilo Abate
In bilico continuo fra il thriller d’autore e una pellicola di fantascienza, cerco sempre nuovi modi per riflettere, trovare prospettive inedite e sorprendermi. Parlare di cinema è parlare di opere fatte di emozioni umane, cose concrete, che vengono rese nel modo più imprevedibile e astratto. Il mio obiettivo è scandagliare ogni angolo di girato per dare voce a ciò che è nascosto tra un ciack e l’altro.

ULTIMI ARTICOLI