martedì, 26 Ottobre, 2021

Dieci curiosità sulla Before trilogy di Richard Linklater

La genesi e lo sviluppo della Before trilogy di Richard Linklater

Nel 1995, un giovane regista indipendente trova un nuovo modo per raccontare l’amore al cinema. Si tratta di Richard Linklater (Boyhood, Che fine ha fatto Bernadette?, School of rock, A scanner darkly), che in quell’anno sceglie di narrare attraverso il grande schermo la sua personalissima visione dell’incontro tra due sconosciuti, due anime affini che si scoprono nel corso di una notte, con il suo Before sunrise – Prima dell’alba. I giovani Céline e Jesse (rispettivamente interpretati da Julie Delpy e Ethan Hawke) si incontrano – forse per caso, forse per volere del destino – su un treno: lei diretta a Parigi, lui a Vienna, dove il giorno successivo un aereo lo riporterà in terra statunitense. A pochi attimi dal loro primo, folgorante incontro, su proposta del ragazzo Céline scende con lui dal treno a Vienna per trascorrere la notte assieme, in attesa del suo volo, passeggiando per le strade della città.

Before trilogy

I protagonisti sono monadi che percorrono orbite secanti, e ad ogni vicolo in cui camminano, ad ogni confessione che si fanno l’un l’altro, i due si scoprono di volta in volta più complementari. È un amore in divenire, dialogico, quello portato sullo schermo da Linklater; composto da punti di vista, dissertazioni sconfinate, parole sussurrate, sonore risate e sguardi rubati. Raramente il cinema, prima di allora, aveva dato voce ad un progetto simile, unico nel suo genere. All’uscita del film l’entusiasmo del pubblico è pressoché unanime e il plauso altrettanto universale, e condiviso da spettatori e critica. Tale è il successo che nove anni dopo Linklater fa incontrare ancora una volta i suoi protagonisti: nel 2004, in Before sunset – Prima del tramonto, Jesse e Céline si incontrano a Parigi e, ormai cresciuti, trascorrono le ore pomeridiane assieme discorrendo come in passato.

Dopo altri nove anni, nel 2013, il pubblico ritrova i due protagonisti in Before midnight, ancora una volta ad opera dello stesso Linklater. Gli anni passano, i punti di vista e i temi trattati cambiano, ma il film ancora una volta si innesta a partire dal dialogo tra Jesse e Céline, che ormai gli spettatori conoscono bene. Così si viene a creare quella che tra il pubblico è nota come la Before trilogy di Richard Linklater (la trilogia composta, appunto, da Before sunrise, Before sunset e Before midnight), in cui attraverso anni di dialoghi si dispiega tra i due protagonisti un amore tanto monumentale e unico quanto, al contempo, spettacolarmente comune.

Before trilogy

10 curiosità sulla Before trilogy

1. Per lo spunto creativo alla base della Before trilogy, il regista è partito da una curiosa esperienza da lui vissuta in prima persona. Nel 1989, in visita da sua sorella presso la città di Philadelphia, Richard Linklater ha conosciuto per caso in un negozio di giocattoli una donna, Amy Lehrhaupt. I due hanno trascorso la notte assieme camminando per la città, dopodiché non hanno più avuto alcun contatto per anni. Sulla base di questo Linklater ha ideato il film. Nel 2010 il regista ha scoperto che Lehrhaupt era morta in un disastroso incidente automobilistico, avvenuto poco prima che Before sunrise fosse distribuito nelle sale, nel maggio 1994. L’ultimo film della trilogia, Before midnight, è dedicato alla memoria della donna defunta.

2. In tutta la Before trilogy sono presenti svariati e numerosi riferimenti a James Joyce. In più occasioni viene menzionato l’autore, i personaggi fanno riferimenti alla sua poetica e a quello che forse è il suo romanzo più noto dell’autore irlandese, Ulisse (1922). In effetti, non a caso, anche in quest’ultima opera di Joyce un protagonista vaga durante una notte per le strade di una città europea.

3. In occasione delle riprese di Before sunset, il secondo film della Before trilogy, Linklater decise di sperimentare di più a livello registico. Nel corso del lungometraggio, infatti, sono presenti molteplici inquadrature e intere scene girate con la steadicam. La più lunga di queste scene arriva a sfiorare addirittura gli undici minuti di ripresa continuativi.

4. In molti hanno ipotizzato che i due attori protagonisti abbiano tratto ispirazione dalla propria esperienza personale per il film. Gli stessi attori hanno confermato questa teoria, dichiarando pubblicamente di aver scavato a fondo nella propria esperienza per interpretare Céline e Jesse. Sono in molti a pensare che la relazione precedente cui fa riferimento Jesse in Before sunset sia un riferimento al matrimonio di Hawke con l’attrice Uma Thurman, giunto al termine proprio nell’anno in cui il film è stato realizzato.

Before trilogy

5. Durante le riprese dei film della Before trilogy, e in particolar modo durante quelle del primo dei tre lungometraggi, Linklater ha tentato di girare il più possibile le scene seguendo l’ordine narrativo. Si tratta di una pratica non particolarmente convenzionale, specialmente per le grosse produzioni, poiché implica il recarsi nelle stesse location più di una volta, perdendo più tempo e quindi, inevitabilmente, denaro. Tuttavia, il regista ha reputato che questa scelta fosse necessaria per agevolare il più possibile le performance degli attori. Hawke, in effetti, ha ammesso: «Altrimenti prima di girare ogni scena avremmo dovuto pensare “Da quanto tempo stanno parlando i personaggi? 15 minuti? Tre ore? Dieci ore?” e sulla base di quello accordare il tono della conversazione e il livello di intimità.»

Before trilogy

6. La fase di scrittura del primo film è stata estremamente rapida. L’elaborazione della sceneggiatura di Before sunrise, infatti, realizzata a quattro mani dallo stesso Linklater e da Kim Krizan, si è protratta per soli undici giorni. Incredibilmente ardua e duratura si è rivelata invece la fase dei casting. Sono stati necessari addirittura nove mesi per scegliere come attori protagonisti Ethan Hawke e Julie Delpy. Prima è stata scelta l’attrice, che aveva convinto Linklater con il suo provino convincendolo. Anche Hawke aveva affascinato il regista, che però si è rivelato dubbioso e titubante nell’accostare Hawke e Delpy. Nonostante ci sia solo un anno di differenza tra l’età dei due interpreti, l’attrice risultava ben più matura del collega, che appariva troppo piccolo in confronto a lei. Tuttavia, vedendoli provare assieme, il regista ha notato la chimica tra i due e li ha scelti come protagonisti per il suo film.

Before trilogy

7. A differenza di quello che crede il pubblico, Ethan Hawke e Julie Delpy hanno interpretato i personaggi di Jesse e Céline per un totale di quattro film. Oltre ai tre lungometraggi della Before trilogy, infatti, i personaggi compaiono (doppiati dai due attori) in una scena di quattro minuti di Waking life, un lungometraggio d’animazione di Linklater del 2001. Nella scena in cui sono presenti, i due personaggi sono distesi su un letto e discorrono a proposito della bizzarra natura dei sogni e della reincarnazione. Poiché il film in questione è stato distribuito tre anni prima rispetto al primo sequel di Before sunrise, Before sunset, i fan avevano ipotizzato che i due personaggi si fossero riuniti nel futuro diegetico, a seguito della notte viennese. L’uscita del secondo film, e la narrativa che quest’ultimo propone, ha dimostrato al pubblico il contrario.

8. In Before sunset, la coppia che parla con Céline al di fuori del suo appartamento è interpretata dai reali genitori dell’attrice protagonista, Julie Delpy.

9. Prima dell’inizio delle riprese del primo film della Before trilogy, Ethan Hawke e Julie Delpy hanno trascorso tre giorni assieme ad Austin, Texas, raggiungendo il regista, che si trovava lì. I due attori, nel corso del soggiorno, si sono conosciuti raccontandosi la propria vita e hanno delineato il taglio che volevano dare alle proprie interpretazioni. Dopodiché i due assieme al regista si sono recati a Vienna dove hanno provato – al contrario di quanto molti credono, le performance in Before sunrise non sono affatto frutto di improvvisazione ma di una massiccia preparazione pregressa – senza sosta per tre settimane prima dell’inizio delle riprese. Le prove sono continuate anche nei giorni delle riprese. In più occasioni, Linklater ha dichiarato che la notte precedente l’ultimo giorno di riprese gli attori sono rimasti svegli sino alle una di notte per provare e riscrivere le battute.

10. La ruota panoramica in cui ha luogo il primo bacio tra Céline e Jesse è conosciuta come Wiener Riesenrad ed è uno dei luoghi più simbolici della capitale austriaca. Non è però con Before sunrise che la ruota panoramica – che curiosamente, rimane ferma per la durata dell’intera scena – compare al cinema. Costruita nel 1897, infatti, compare anche in Scorpio (1973, Winner, con Alain Delon e Burt Lancaster), 007 – Zona pericolo (1987, Glen, con Timothy Dalton) e soprattutto svolge un ruolo fondamentale nel grande classico Il terzo uomo (1949, Reed, con Orson Welles, Joseph Cotten e Alida Valli).

Eleonora Noto
Laureata in DAMS, sono appassionata di tutte le arti ma del cinema in particolare. Mi piace giocare con le parole e studiare le sceneggiature, ogni tanto provo a scriverle. Impazzisco per le produzioni hollywoodiane di qualsiasi decennio, ma amo anche un buon thriller o il cinema d’autore.

ARTICOLI RELATIVI

RIMANI CONNESSO

35,124FansLike
15,300FollowersFollow
2,244FollowersFollow

ULTIMI ARTICOLI