HomeNewsUna piccola parte per Bruce Willis nell'ultimo film di Quentin Tarantino?

Una piccola parte per Bruce Willis nell’ultimo film di Quentin Tarantino?

-

Sicuramente la notizia sulla demenza frontotemporale che ha colpito l’amatissimo Bruce Willis ha sconvolto i fan di tutto il mondo ormai più di un anno fa. Da quel momento in poi le condizioni di salute dell’attore statunitense sono state monitorate con cadenza quasi settimanale, grazie anche ai numerosi video diffusi dalla famiglia (specialmente dalla ex moglie Demi Moore) in cui Willis si mostrava sorridente e felice.

Purtroppo però, la particolare condizioni di cui soffre l’attore non è reversibile e, anzi, è destinata a peggiorare negli anni fino addirittura a fargli perdere la capacità di parola. Tutto questo ha portato l’interprete di pellicole leggendarie come Die Hard, Unbreakable e L’esercito delle 12 scimmie a doversi ritirare dalle scene, tanto che Assassin, il film diretto da Jesse Atlas, è stata l’ultima opera in cui poterlo vedere.

Ma è proprio il regista del suo più grande successo, Pulp Fiction, a riaccendere la speranza di poter rivedere Willis sul grande schermo, seppur in una piccola parte.

Bruce Willis

L’idea di Tarantino per Bruce Willis

Stiamo ovviamente parlando di Quentin Tarantino, uno dei più grandi registi di Hollywood, autore di film leggendari come Le Iene, Jackie Brown, The Hateful Eight, Django, C’era una volta a Hollywood, che, come detto, ha diretto Willis in uno dei suoi film più iconici (proprio Pulp Fiction).

Secondo il sito britannico The Express, una fonte molto vicina al regista avrebbe affermato che Tarantino stia facendo di tutto per avere Bruce Willis nel suo ultimo film della carriera, The Movie Critic. Chiaramente Tarantino ha manifestato l’intenzione di coinvolgere Willis in un ruolo minore, ma si è detto comunque disponibile ad accettare qualsiasi decisione prenderà la famiglia di Bruce, anche in base alle sue condizioni di salute.

L’idea non può che stuzzicare la fantasia dei tanti fan, ma allo stesso tempo è necessario fare i conti con la realtà: sarebbe tutto da capire se l’attore 68enne sia ancora in grado di recitare nonostante le sue condizioni seppur in un ruolo molto piccolo. Se così non fosse Tarantino dovrà accettare di non avere il vecchio amico sul set della sua ultima opera.

Certo è che rivedere, anche se in minima parte, Bruce Willis sulle scene (specialmente diretto da Tarantino) scalderebbe il cuore dei milioni di fan di uno degli attori più iconici di tutto lo star system americano.

ULTIMI ARTICOLI