HomeNewsUn Colpo di fortuna - Paragone improprio con Match Point?

Un Colpo di fortuna – Paragone improprio con Match Point?

-

Un Colpo di fortuna non è uscito da poco. Nel 2023 coincide con il film numero 50 per Woody Allen, che fu presentato fuori concorso alla 80a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, dove è stato lodato da critica e spettatori.

Allen è tornato in una delle città che maggiormente hanno caratterizzato i suoi film, ovvero Parigi, 12 anni dopo Midnight in Paris che coincise con una sorta di rinascita per il regista americano.

Woody Allen, presente Fuori Concorso con Coupe de Cahnce

Un Colpo di fortuna vede al centro un’opera parla di una coppia apparentemente innamorata, solida e quasi indistruttibile, Fanny e Jean (formata da Lou De Laâge e Melvil Poupaud) la cui serenità viene scossa dal ritorno di un vecchio compagno di liceo della ragazza, Alain (Niels Schneider), che dai tempi della scuola è follemente innamorato di lei.

In coincidenza con un una situazione molto insoddisfacente per Fanny, ha il via un vero e proprio triangolo amoroso che sembra giocare una pericolosa partita a carte col destino, e non è la prima volta nella filmografia del regista.

Un Colpo di Fortuna ricorda, almeno nella trama, un film molto famoso di Allen (probabilmente il più amato dell’era moderna) che sarebbe Match Point. Nell’opera citata l’artista ha dato estro e ha fantasiosamente apportato quel poco di più che serve per creare un vero capolavoro.

L’ambientazione borghese, i sogni e le aspirazioni tarpate dei protagonisti riavvicinano molto le due esperienze. Anche il destino, il caso, torna dopo Match Point, a giocare un ruolo fondamentale.

Eppure il sapore delle due opere non collima. Un Colpo di Fortuna ha come un senso di inerzia che ancora non è stato soppiantato dopo Una Giornata di pioggia a New York (flop per Woody Allen). Insomma, manca quell’effetto wow.

Inoltre in Un Colpo di Fortuna si parla tanto del caso, ma ragionando bene l’autore mostra comunque le “colpe” o per lo meno le scelte dei protagonisti. Fanny nel concreto decide deliberatamente di tradire e guardare oltre al suo matrimonio.

Va bene il caso di incontrare una vecchia fiamma, ma è sempre comunque tutto sulle sue spalle. La responsabilità di ciò che fa si rinnova a ogni scena, dunque non è proprio una figura trasportata dal destino.

Inoltre anche la componente marito non è tralasciabile. C’è una variabile esterna che fa da controspinta all’autodeterminazione di Fanny. In Match Point la famiglia è una variabile che non influisce nel computo finale, parliamo di un pretesto, non di un attore in gioco.

Va bene che con Un Colpo di Fortuna Allen abbia preso spunto da Match Point ma le due opere è bene tenerle distinte e distanti.

un colpo di fortuna
Federico Favale
Federico Favale
Anche da piccolo non andavo mai a letto presto. Troppi film a tenermi sveglio. Più guardavo più dicevo a me stesso: "ok, la vita non è un film ma se non guardassi film non capirei nulla della vita".

ULTIMI ARTICOLI