HomeNewsUn altro ferragosto, in arrivo l’ultimo film di Paolo Virzì

Un altro ferragosto, in arrivo l’ultimo film di Paolo Virzì

-

C’è grande attesa per il nuovo film di Paolo Virzì, Un altro ferragosto, che approderà nelle sale cinematografiche il 7 marzo con un’ondata di leggerezza tale da farci sognare l’estate.

La pellicola, sequel dell’acclamata commedia Ferie d’Agosto del 1996 che valse a Virzì il David di Donatello come miglior film, segna il ritorno sul grande schermo delle due famiglie di villeggianti, i Molino e i Mazzalupi, che si ritrovano dopo tanto tempo nella consueta e splendida cornice di Ventotene per una nuova ed entusiasmante sfida.

Un altro ferragosto vanta un cast eccezionale che riunisce molti degli interpreti già protagonisti del primo film a cui si aggiungono nuove e fantastiche new entry. Tra gli attori principali ricordiamo in particolare Silvio Orlando, Sabrina Ferilli, Christian De Sica, Laura Morante, Andrea Carpenzano, Vinicio Marchioni, Anna Ferraioli Ravel, Emanuela Fanelli, Rocco Papaleo, Paola Tiziana Cruciani, Agnese Claisse.

Un altro ferragosto – Trama

Uno dei protagonisti della storia è Altiero Molino, un imprenditore digitale, che era stato concepito proprio a Ventotene sul finire dell’estate del 1996 da Sandro e Cecilia e che ora, dopo ventisei anni, ritorna sull’isola in compagnia di suo marito per riunire i vecchi amici dell’ormai anziano padre per regalargli un’ultima vacanza. Sull’isola intanto c’è aria di festa: Sabry Mazzalupi, la figlia del bottegaio romano Ruggero, una vera e propria celebrità del web, sta per sposarsi con Cesare e per il suo matrimonio ha organizzato un grande evento mondano che attira i media e anche importanti personaggi politici. Questi due mondi inconciliabili sono pronti a scontrarsi ancora una volta nell’atmosfera estiva di Ventotene dando il via a una serie di situazioni esilaranti.

Un altro ferragosto

Il regista: è un’emozione “riunire la gloriosa banda degli interpreti”

Circa un anno fa, mentre si accingeva a girare Un altro ferragosto, Paolo Virzì, che è anche co-sceneggiatore del film insieme a Francesco Bruni e Carlo Virzì, commentava così la decisione di dare un seguito alla pellicola del 1996: “Finora ci avevo pensato solo per scherzo, tante volte, quasi tutte le volte che finivo un film. Adesso torniamo a Ventotene e diamo un seguito alla commedia di quelle due famiglie. Confesso di essere emozionato, incontrare di nuovo i personaggi di quel vecchio film mi diverte e un po’ mi spaventa. Rimpiangere quelli che non ci sono più – ma che in qualche modo ci saranno – mi commuove. Riunire la gloriosa banda degli interpreti, mescolandola ai nuovi formidabili ingressi, mi elettrizza. Ringrazio gli amici ma soprattutto i produttori che mi hanno persuaso, con ostinazione struggente, a tornare qui.”

Alessia Pennino
Alessia Pennino
Il cinema ha sempre rappresentato per me il rifugio perfetto dalle vicissitudini quotidiane, un porto sicuro dalla realtà, ma anche la dimensione ideale in cui sogni e desideri prendono forma. Ho sempre coltivato un interesse profondo per quest'espressione artistica, immaginandomi un giorno di scrivere recensioni per poter esprimere il mio punto di vista.

ULTIMI ARTICOLI