Triangle of Sadness, trailer del film vincitore del Festival di Cannes

Triangle of Sadness, il curioso trailer della Palma d’Oro a Cannes

Finalmente l’attesa è finita e grazie al primo trailer ufficiale possiamo dare uno sguardo a Triangle of Sadness, vincitore della Palma d’Oro all’ultimo Festival di Cannes. Il film è diretto da Ruben Östlund (qui autore anche della sceneggiatura), regista che già qualche anno prima era riuscito ad aggiudicarsi il prestigioso riconoscimento con il film The Square, scelto poi per rappresentare la Svezia agli Oscar 2018. Il titolo Triangle of Sadness fa riferimento a quella parte parte del viso compresa tra le due sopracciglia e subito sopra il naso. Quando Vincent Lindon, presidente di giuria di Cannes, annunciò la vittoria del film svedese non tutti accolsero la notizia con gioia. Le critiche generali furono comunque molto buone. Triangle of Sadness rappresenta il mondo contemporaneo e le sue profonde contraddizioni oltre che un certo classismo e lo fa provocando il pubblico con ironia. Il regista già con i suoi film precedenti aveva posto l’accento su questi temi a lui cari. Chissà, magari questo film rappresenterà un ulteriore salto di qualità. Diamo insieme uno sguardo al trailer per capire di cosa si tratta:

La trama del film

Il film ha una durata importante ed è composto da tre parti. La prima vede al centro una cena e una discussione tra un modello e una celebre influencer; la seconda vede gli stessi protagonisti partecipare ad una crociera dove tutto sembra ispirato al teatro dell’assurdo; la terza è ambientata su un’isola deserta dove alcuni naufraghi tentano di sopravvivere. Il volto più noto del cast è Woody Harrelson, ma accanto a lui troviamo anche Harris Dickinson, Charlbi Dean, Zlatko Buric, Oliver Ford Davies, Iris Berben, Hanna Oldenburg, Arvin KananianSunnyi Melles. Il film verrà distribuito in Italia da Teodora Film. Vi consigliamo, per prepararvi, di recuperare la visione di The Square, ma anche di Forza Maggiore, i suoi precedenti film.

triangle of sadness
Tiziana Panettieri
Tiziana Panettieri
E’ un amore di lunga data quello tra me e il cinema, cominciato con cult come Halloween, IT e L’Esorcista e alimentato negli anni con il meglio dell’horror e del cinema di genere. Ammetto, però, d’aver subìto il fascino del cinema asiatico, mediorientale e sudamericano. Sono onnivora, non mi precludo nulla senza aver prima provato.

ARTICOLI RELATIVI

ULTIMI ARTICOLI