Tom Hanks è un vedovo burbero nel trailer di Non così vicino

Tom Hanks presto al cinema con il film Non così vicino

Sentite già la mancanza di una brillante performance di Tom Hanks? Niente paura, perché l’attore due volte Premio Oscar per Philadelphia e Forrest Gump sta per tornare sul grande schermo. La data è il 16 febbraio 2023 e il film è Non così vicino, tratto dal romanzo best-seller “L’uomo che metteva in ordine il mondo” di Fredrik Backman. Il film sarà diretto da Marc Foster, regista di Neverland-Un sogno per la vita, mentre autore della sceneggiatura è David Magee, due volte Premio Oscar proprio per Neverland oltre che per Vita di Pi. Oltre Tom Hanks nel cast troviamo Mariana Treviño, Rachel Keller e Manuel Garcia-Rulfo. Il film in realtà è un remake perché il romanzo aveva già avuto un adattamento svedese diretto da Hannes Holm. Il film era Mr. Ove e vinse l’EFA come Miglior Commedia. Non così vicino è prodotto da Sony Pictures e distribuito da Warner Bros. Entertainment Italia. Ecco qui il trailer del film:

La trama del film

Tom Hanks interpreta Otto Anderson, un burbero vedovo molto fissato con le sue abitudini. Un giorno una vivace e giovane famiglia si trasferisce accanto a lui e sarà proprio l’incontro con Marisol, ragazza brillante e in dolce attesa, a cambiarlo. Con Marisol stringerà un’improbabile amicizia che sconvolgerà la sua vita e la sua routine di tutti i giorni. La storia è commovente, ma non nasconde una spiccata vena comica. Mostra come alcune famiglie possono nascere nei luoghi più inaspettati e Otto, grazie a Marisol, riscoprirà di nuovo la gioia di amare e vivere. L’ultimo film in cui abbiamo visto Tom Hanks è stato Elvis di Baz Luhrmann in cui interpretava il colonnello Tom Parker, manager del re del rock and roll. Non manca poi molto per godere di una nuova, incredibile performance di uno degli attori più versatili di sempre. Qui sotto il poster ufficiale del film:

tom hanks

Tiziana Panettieri
Tiziana Panettieri
E’ un amore di lunga data quello tra me e il cinema, cominciato con cult come Halloween, IT e L’Esorcista e alimentato negli anni con il meglio dell’horror e del cinema di genere. Ammetto, però, d’aver subìto il fascino del cinema asiatico, mediorientale e sudamericano. Sono onnivora, non mi precludo nulla senza aver prima provato.

ARTICOLI RELATIVI

ULTIMI ARTICOLI