HomeTaormina Film FestTaormina 69: influential shorts

Taormina 69: influential shorts

-

Taormina 69: evento di gala organizzato da Bella Thorne

Taormina 69, iniziato il 23 giugno, segue con nuove sorprese. Prima fra tutte la presentazione degli influential shorts, organizzata da Bella Thorne. L’attrice è comparsa il 27 giugno 2023 sul palco del Festival per mostrare cortometraggi fatti da giovani influencers internazionali. Tra i nomi più importanti troviamo la modella Adriana Lima e il tiktoker Khaby Lame. Ogni corto ha trattato un argomento diverso, alcuni più validi, altri meno. L’evento è comunque stato interessante e innovativo, dando la possibilità a voci ancora acerbe di farsi conoscere, promuovendo vari punti di vista: “Questi artisti sono il futuro del cinema, non lo dico per dire, ne sono fermamente convinta” ha affermato Bella Thorne.

Taormina 69

Gli influential shorts

Il programma della serata prevedeva dieci cortometraggi proietatti uno dopo l’altro. La notte si è aperta con Fifa: a love letter to Ruanda, diretto da Adriana Lima, basato sul 73esimo congresso Fifa tenutosi in Ruanda, omaggio ad un paese ricco di cultura e tradizione. Seguito da Good Intentions diretto da Yasef Zaten Atour, basato su una tragica storia vera. È stato poi il turno di My Colorful Mind, diretto da Rita Aldridge, un monologo dipinto di rosa sulle dipendenze e il precorso di guarigione. The One, diretto dall’attrice di The Vampire Diaries, Nina Dobrev, thriller psicologico sci-fi sulla maternità. Sis, forse il corto più ironico e coinvolgente diretto da Miranda Haymon, che racconta le realzioni sentimentali fluide della generazione Z in un’epoca dominata dai social media.

Seguito da Burrow, diretto da Leaf Lieber, una riflessione sulla sessualità repressa. Don’t go Too far, in cui il regista Maram Taibah, ha voluto raccontare la difficile situazione delle persone disabili lasciate in balia di sé stesse. Serpentine, diretto da Eva Vik, con protagonista Barbara Palvin, tratta un’inquentante setta segreta, con l’obiettivo di rompere il codice genetico per creare un ibrido umano-serpente. I am Khabane, diretto e interpretato da Khaby Lame, si focalizza sulla storia dell’influencer e di come abbia superato gli ostacoli incontrati lungo il cammino. L’ultimo corto è stato quello di Bella Thorne, Paint her Red, una riflessione poetica sulla difficile condizione delle donne nella società.

Lucrezia Lugli
Lucrezia Lugli
La passione per il cinema mi ha accompagnato dall’infanzia all’età adulta, ma ho impiegato più del previsto a capire che sarebbe diventata la mia strada. Guardo ogni genere di contenuto da film a serie tv, questo comprende anche i più grandi successi delle piattaforme streaming.

ULTIMI ARTICOLI