Sopravvissuto, per divenire leggenda. Un astronauta su Marte, abbandonato da tutti, da solo contro ogni difficoltà. Forza, caparbietà e sacrificio per una storia che commuove e affascina. La storia è tratta dal romanzo bestseller di Andy Weir, L’uomo di Marte, autopubblicato nel 2011 in e-book e poi edito in versione cartacea nel 2014.
Diretto dal regista premio Oscar Ridley Scott, Sopravvissuto – The Martian vanta un cast, si fa il caso di dirlo, stellare, con Matt Damon nel ruolo di protagonista, Jessica Chastain e Sean Bean, oltre a Sebastian Stan, Michael Peña e Kristen Wiig.

In ogni essere umano c’è l’istinto primordiale di aiutare il prossimo”.

L’astronauta Mark Watney (Matt Damon)

La narrazione ha inizio con l’arrivo sul Pianeta Rosso della missione spaziale Ares 3. A bordo, ci sono il capitano Melissa Lewis (Jessica Chastain) e il suo equipaggio, tra cui l’ingegnere botanico Mark Watney (Matt Damon).

Sopravvissuto
Da sinistra, Matt Damon, Jessica Chastain, Sebastian Stan, Kristen Wiig e Aksel Hennie

Una violenta tempesta li costringe ad abbandonare il pianeta, ma durante la fuga Watney viene colpito da un oggetto volante e rimane stordito.

Creduto morto dai compagni, che voltandosi indietro non lo vedono con loro, viene abbandonato su Marte.

Sopravvissuto
L’astronauta Mark Watney (Matt Damon) in una scena del film

Quando si risveglia è solo, sperduto su un pianeta privo di vita e inadatto alla crescita di qualunque essere vivente. Per di più in un accampamento studiato per fornire sostentamento per poco più di un mese.

Quattro anni sono però necessari per coprire i 225 milioni di chilometri che separano la Terra da Marte.

Grazie alle sue conoscenze scientifiche, improvviserà una serra all’interno del complesso, per avviare una coltivazione di patate capace di mantenerlo in vita fino all’arrivo dei soccorsi.

Eccezionale l’interpretazione di Matt Damon, capace di restituire al pubblico un personaggio logorato dai conflitti interiori, spesso sul ciglio del baratro della follia.

Sopravvissuto – The Martian ha ricevuto sette nomination all’Oscar, tra cui miglior film, regia e attore protagonista, senza riuscire a portare a casa nessuna statuetta.

È lo spazio, non ti aiuta”.

L’astronauta Mark Watney durante i suoi video-log

Tra guai improvvisi (la camera di decompressione esplode, distruggendo tutto il raccolto) e intoppi burocratici da parte della NASA, che pur di non ammettere di aver abbandonato un uomo nello spazio preferisce insabbiare tutto, la narrazione segue un filo sempre teso e sul punto di spezzarsi.

Scritto da Drew Goddard (Cloverfield e 7 sconosciuti a El Royale), candidato all’Oscar come “Miglior sceneggiatura non originale”, Sopravvissuto – The Martian vanta anche una cura maniacale nella scenografia e negli effetti speciali.

Impeccabile la direzione fotografica di Dariusz Wolski (Pirati dei Caraibi, Il Corvo e Alice in Wonderland).

Sopravvissuto
L’astronauta Mark Watney (Matt Damon) in una scena del film

C’è anche una vena italiana nella produzione: il montaggio è opera di Pietro Scalia, collaboratore di Scott in vari film della saga cult Alien e nel capolavoro Il Gladiatore.

Vi garantisco che prima o poi arriverà il momento in cui direte ‘Ecco, è la fine’”.

L’astronauta Mark Watney rientrato sulla Terra

Un film dai tratti forti, che fa riflettere sulla solidarietà e sull’aiuto reciproco, soprattutto in un periodo critico come quello che sta vivendo lo Stato italiano oggi.

Anche nei periodi di maggiore difficoltà, in cui tutto sembra perduto, c’è sempre un barlume di speranza.

Voto Autore: 4 out of 5 stars

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.