HomeNewsSentimental Value, il prossimo film di Joachim Trier

Sentimental Value, il prossimo film di Joachim Trier

Il regista norvegese Joachim Trier tornerà presto sul set per dirigere il film Sentimental Value, con Renate Reinsve di nuovo protagonista. Già vincitrice della Palma come miglior attrice a Cannes 2021 per La persona peggiore del mondo sempre di Trier, la Reinsve collaborerà di nuovo con il regista. 

Sentimental Value seguirà le vicende di Nora, un’attrice e sua sorella Agnes. Le due donne stanno vivendo il lutto per la perdita della loro madre, mentre il padre Gustav riappare nella loro vita dopo una lunga assenza. Gustav, un tempo celebrato regista, ha scritto una sceneggiatura per un film di ritorno, e ha offerto il ruolo principale a sua figlia Nora, ma lei rifiuta categoricamente il ruolo. Durante una retrospettiva sulla sua carriera in Francia, Gustav incontra una stella di Hollywood che lo ammira e le offre il ruolo pensato per Nora. Quando le riprese del film iniziano nella loro Norvegia, Gustav coglie l’opportunità per ristabilire il legame con Nora e sua sorella. 

Renate Reinsve

Quando inizieranno le riprese di Sentimental Value?

Le riprese di Sentimental Value inizieranno il prossimo agosto tra Norvegia, Francia e Germania. Il film sarà rappresentato nei mercati internazionali da MK2 Films. I produttori sono Maria Ekerhovd di Mer Film, Andrea Beretsen Ottmar di Eye Eye Pictures, la danese/svedese Zentropa, Juliet Schrameck di Agat Films, Nathanael Karmitz ed Elisha Karmitz per MK2 Production e la tedesca Komplizen. Il film ha ricevuto finanziamenti da Arte France Cinema. 

Joachim Trier ha scritto il film insieme al suo collaboratore di lunga data Eskil Vogt, con cui ha condiviso una nomination agli Oscar per la migliore sceneggiatura di La persona peggiore del mondo. Quest’ultimo film era stato presentato a Cannes, dove fu acquisito da Neon per i diritti internazionali. La pellicola ha concluso il ciclo della Trilogia di Oslo di Trier, iniziata con Reprise nel 2006 e proseguita con Oslo, 31 agosto nel 2011. 

Sentimental Value
Francesco Maggiore
Francesco Maggiore
Cinefilo, sognatore e al tempo stesso pragmatico, ironico e poliedrico verso la settima arte, ma non debordante. Insofferente, ma comunque attento e resistente alla serialità imperante, e avulso dai filtri dall'allineamento critico generale. Il cinema arthouse è la mia religione, ma non la mia prigione.

ULTIMI ARTICOLI