HomeNewsSaltburn: svelata la scena improvvisata da Barry Keoghan

Saltburn: svelata la scena improvvisata da Barry Keoghan

Saltburn è ormai sulla bocca di tutti: diretto da Emerald Fennel e uscito sulla piattaforma Prime Video, il film thriller sta facendo discutere critica e pubblico a causa delle sue scene disturbanti e piuttosto grottesche.

Chiunque abbia visto la seconda opera della regista inglese non ha potuto fare a meno di stupirsi e sussultare nell’assistere a più sequenze disturbanti. Ma la novità che andiamo a svelare riguarda una scena improvvisata dal protagonista di SaltburnBarry Keoghan.

A dichiararlo a Variety è stato proprio l’attore irlandese in persona. Leggiamo di che scena si tratta.

La scena sulla tomba di Felix è improvvisata

Keoghan ha confessato che la scena della tomba di Felix non era inserita nella sceneggiatura:

Non era scritto che [Oliver, ndr] dovesse fare così, ma volevo vedere cosa succedeva davvero, dove mi avrebbe portato. Volevo essere stordito e lasciare che il mio corpo mi guidasse. Cosa sto facendo? Come posso avvicinarmi? Si tratta di trovare un nuovo livello di ossessione. Di salire di livello nell’ossessione. È piuttosto triste, perché lui non sa nemmeno cosa fare. È un ragazzo smarrito, confuso e non sa cosa sta inseguendo.”

La regista conferma a EW la versione secondo cui Oliver (Barry Keoghan) avrebbe dovuto limitarsi a baciare il feretro della bara e penetrare la terra con le dita. Ma, il giorno delle riprese, la Fennel e l’attore protagonista erano anche d’accordo che Oliver avrebbe potuto slacciarsi i pantaloni. Allora, a quel punto, l’attore irlandese ha chiesto di terminare il set per sperimentare un’improvvisazione da lui pensata.

Saltburn: un film dalle scene conturbanti

Nella stessa intervista, Barry Keoghan ha inoltre raccontato il modo in cui ha lavorato al complesso personaggio di Oliver Quick e nel farlo ha citato un’altra scena di Saltburn dal sapore ossessivo e angosciante. La scena è quella della vasca da bagno:

Prendete la scena della vasca. Sì, è disgustosa. Ma quando ci entri, il livello di ossessione di questo ragazzo è diverso. Ecco perché ho scelto di strofinarmi la faccia lungo il foro del tappo e di non berlo subito, perché sto cercando di portarlo ad un livello successivo. Oliver non sa nemmeno cosa sta facendo; è confuso. Sta pensando: “Voglio solo farne parte. Voglio che sia su di me. Voglio che sia io.” Lo stavo scoprendo anche io, insieme al personaggio.”

Saltburn
Silvia Lopes
Silvia Lopes
La mia più grande passione è il cinema, fonte di vita e di crescita continua. Mi piace il cinema d’autore e quello di genere, amo i thriller ma non mi dispiacciono i film storici o drammatici. I miei grandi nomi sono Tarantino, Scorsese, Allen, Spielberg.

ULTIMI ARTICOLI