HomeNewsPiccoli Brividi crescono... In arrivo su Disney+ il reboot di una serie...

Piccoli Brividi crescono… In arrivo su Disney+ il reboot di una serie iconica

-

Piccoli Brividi è un franchise che ha messo d’accordo, e davanti allo schermo, tutti. Dalla serie di romanzi di R.L. Stine, alla prima stagione andata in onda nel lontano 1995. Fino al film del 2015 con protagonista Jack Black. Dal titolo inglese goosebumps, letteralmente pelle d’oca, si prepara a diventare il piatto ricco del menù di Halloween della piattaforma.

Una nuova stagione di nuovi brividi e dieci episodi. I primi cinque disponibili dal 13 ottobre. Quelli successivi a cadenza settimanale. Per farci compagnia anche dopo la notte di “dolcetto o scherzetto?”. E per quelli più curiosi o per chi non ne aveva mai sentito parlare prima, è già pronto il trailer. Con la giusta dose di suspence e di paura.

Piccoli Brividi, la vecchia e la nuova serie

La vecchia serie non ha visto l’alba del nuovo millennio. Si era conclusa, infatti, nel 1999, dopo la bellezza, e la paura, di 74 episodi. Da noi verranno mandati in onda da Italia 1 tra il 1997 e l’anno della chiusura. La struttura riprendeva un po’ lo schema della serialità televisiva del genio del thriller Alfred Hitchcock. Storie con personaggi nuovi e diversi, e finali lontani dal “…e vissero tutti felici e contenti” dei Fratelli Grimm. Protagonisti delle puntate ragazzini di 12-14 anni, alle prese con cose paurose e personaggi irreali.

In questa nuova serie, creata da Nick Stoller, il ritorno dietro alla macchina da presa di Rob Lettermann, regista del film, in cui l’autore della saga di romanzi, interpretato da Black, si trovava coinvolto, suo malgrado, nelle sue stesse trame.

Per il reboot di Piccoli Brividi un cast formato da Justin Long, il nuovo professore giunto in città, e Rachael Harris. Saranno loro gli adulti nel gruppo di ragazzi interpretati da Zack Morris, Isa Briones, Miles McKenna, Ana Yi Puig e Will Price. Al centro della scena le indagini sulla morte di un adolescente, Harod Biddle. La particolarità è che i fatti risalgano a 30 anni prima e che loro sono solo dei liceali.

Saranno questi gli ingredienti giusti per un nuovo successo?

ULTIMI ARTICOLI