HomeNewsOrion and the Dark: Charlie Kaufman torna alla sceneggiatura di un film...

Orion and the Dark: Charlie Kaufman torna alla sceneggiatura di un film d’animazione

-

Charlie Kaufman è ormai conosciuto dal grande pubblico per la sua enorme capacità di scrittura. Come sceneggiatore, infatti, egli ha scritto numerosi film che hanno lasciato il segno.

Da Being John Malkovich, passando per Adaptation e Eternal Sunshine of the Spotless Mind, arrivando fino ad Anomalisa, film che ha diretto lui stesso. Negli ultimi anni, infatti, ha cercato e trovato una certa indipendenza narrativa, arrivando a dirigere ben tre film.

Insieme al film d’animazione sopracitato, ha diretto anche Synecdoche, New York e I’m Thinking of Ending Things. Dopo aver sperimentato la regia con questi film, però, lo sceneggiatore statunitense tornerà alla sola scrittura con un film d’animazione di produzione DreamWorks Animation.

charlie kaufman
Charlie Kaufman, regista di Anomalisa e sceneggiatore di Essere John Malkovic e Adaptation, scriverà la sceneggiatura di Rion and the Dark, un film d’animazione prodotto dalla DreamWorks Animation.

Il film, che arriverà nel 2024 su Netflix, avrà come titolo Orion and the Dark, sarà diretto da Sean Charmatz e sarà tratto dall’omonimo romanzo di Emma Yarlett. Il film parlerà di Orion, un bambino che cerca di affrontare la sua più grande paura: il buio. Questa paura, però, ha una caratterizzazione fisica che accompagnerà il bambino in un viaggio notturno in cui dimostrerà a lui che non ha nulla di cui aver paura.

Nella versione originale, la voce del bambino sarà affidata a Jacob Tremblay, mentre quella del Buio a Paul Walter Hauser.

Pur essendo un prodotto di una grande casa di produzione di film d’animazione come DreamWorks Animation, la penna di Charlie Kaufman sarà ben visibile allo spettatore, che potrà assaporare la sregolatezza e l’anticonformismo di uno degli sceneggiatori più interessanti degli ultimi anni.

Come per ogni film scritto o diretto da Charlie Kaufman, le aspettative sono altissime. Bisognerà, quindi, attendere per capire se tali aspettative si trasformeranno in un buon film.

ULTIMI ARTICOLI