Nina dei Lupi, iniziate le riprese del nuovo prodotto della Genoma Films

In Trentino sono iniziate le riprese del nuovo film prodotto dalla società di Paolo Rossi Pisu, la Genoma Films, e diretto dal fratello Antonio Pisu.

Sara Ciocca, Sergio Rubini, Cesare Bocci, Davide Silvestri e Sandra Ceccarelli sono i principali interpreti di questo lungometraggio, tratto dall’omonimo romanzo firmato Alessandro Bertante. Come già accennato, il film è prodotto dalla Genoma Films in collaborazione con JC Bits Productions, con contributo del MIBACT e della Trentino Film Commission.

Le riprese dureranno circa sette settimane e si svolgeranno in alcuni dei luoghi più belli e magici del Trentino, come i comuni di Ala e Vallarsa. La produzione si impegnerà inoltre all’ottenimento del Green Film, un protocollo che incentiva la sostenibilità ambientale nel campo dell’audiovisivo.

Nina dei Lupi, sinossi del film

Un’improvvisa tempesta solare rende inutilizzabile qualsiasi apparecchiatura elettronica in tutto il pianeta. Lo stesso giorno, una neonata che si chiama Nina viene ritrovata sulla montagna nei pressi di un piccolo paese sperduto. Dopo il catastrofico e misterioso evento atmosferico che tutti chiamano “la sciagura”, la civiltà come la conosciamo si sgretola, le risorse scarseggiano e ovunque e tra gli esseri umani vige la legge del più forte.

In questa desolazione il paese di Nina resta però miracolosamente un mondo a parte, i suoi pochi abitanti vivono una vita senza tecnologia e Nina cresce con un forte legame con la natura, che neanche lei stessa riesce a comprendere e che la porta a essere vista da molti come strega per via degli strani fenomeni che accadono in sua presenza. Ma quando una banda di predoni invaderà il paese, decimando brutalmente la popolazione e soggiogando i superstiti, Nina ormai adolescente riuscirà a fuggire nei boschi, a imparare la sopravvivenza in montagna e la convivenza con i lupi e a comprendere i poteri che ha dentro di sé per salvare la sua gente.

Questo il soggetto del film, una storia avvincente che pone il proprio sguardo sulla natura, e come questa sia stata “invasa” da una tecnologia che la allontanata dall’uomo.

Davide Secchi T.
Davide Secchi T.
Cresciuto a pane e cinema, il mio amore per la settima arte è negli anni diventato sempre più grande e oltre a donarmi grandissime emozioni mi ha accompagnato nella mia maturazione personale. Orson Welles, Ingmar Bergman, Akira Kurosawa e Federico Fellini sono gli autori che mi hanno avvicinato a questo mondo meraviglioso.

ARTICOLI RELATIVI

ULTIMI ARTICOLI