Nastri d’Argento 2022: Marx può aspettare di Bellocchio film dell’anno

Lunedì 20 giugno, a Roma presso il MAXXI, Marx può aspettare di Marco Bellocchio sarà premiato come film dell’anno ai Nastri d’Argento 2022.

Il Sindacato nazionale giornalisti cinematografici italiani (SNGCI) ha annunciato la decisione spiegando che il lavoro di Bellocchio (presentato nella sezione Première a Cannes l’anno scorso, edizione che ha conferito al regista emiliano la Palma d’oro onoraria) è riuscito a coniugare memoria privata e pubblica. Bellocchio ripercorre il dramma del suicidio del fratello gemello Camillo, avvenuto nel 1968, indagando anche il clima di quel periodo, culturalmente e politicamente inquieto.

Secondo Laura Delli Colli, presidente del direttivo che a maggio aveva già premiato i migliori documentari, “Marx può aspettare lascia un segno speciale nella storia del cinema di questo tempo che ha cambiato la nostra vita. Per questo lo abbiamo scelto tra i film, non chiudendolo, pur tra le eccellenze, solo nel mondo e nella ‘categoria’ del più toccante e lucido cinema del reale”.

Bellocchio è in questi giorni in sala con la seconda parte di Esterno notte, sul rapimento di Aldo Moro.

Nastri d'Argento 2022
Marco Bellocchio

Nastri d’Argento 2022: le candidature

In attesa della serata di premiazione (si terrà lo stesso 20 giugno) della 76.ma edizione dei Nastri, ricordiamo le candidature per ogni categoria e gli altri premi annunciati.

A Jonas Carpignano Nastro d’Argento speciale per A Chiara

Miglior film

Migliore regia

  • Leonardo Di Costanzo (Ariaferma)
  • Michelangelo Frammartino (Il buco)
  • Gabriele Mainetti (Freaks Out)
  • Mario Martone (Qui rido io)
  • Sergio Rubini (I fratelli De Filippo)
  • Paolo Sorrentino (È stata la mano di Dio)
  • Paolo Taviani (Leonora addio)

Miglior regista esordiente

  • Alessandro Celli (Mondocane)
  • Francesco Costabile (Una femmina)
  • Hleb Papou (Il legionario)
  • Laura Samani (Piccolo corpo)
  • Giulia Louise Steigerwalt (Settembre)

Migliore commedia

  • Belli ciao di Gennaro Nunziante
  • Come un gatto in tangenziale – Ritorno a Coccia di Morto; Corro da te di Riccardo Milani
  • Giulia di Ciro De Caro
  • La cena perfetta di Davide Minnella
  • Settembre di Giulia Louise Steigerwalt

Soggetto

  • America Latina (Damiano e Fabio D’Innocenzo)
  • Il filo invisibile (Marco Simon Puccioni)
  • Il materiale emotivo (Ettore Scola, Furio Scarpelli, Ivo Milazzo)
  • La tana (Beatrice Baldacci)
  • Re Granchio (Alessio Rigo de Righi, Matteo Zoppis, Tommaso Bertani, Carlo Lavagna)

Sceneggiatura

  • Ariaferma (Leonardo Di Costanzo, Bruno Oliviero, Valia Santella)
  • È stata la mano di Dio (Paolo Sorrentino)
  • Il silenzio grande (Andrea Ozza, Maurizio De Giovanni, Alessandro Gassmann)
  • L’Arminuta (Monica Zapelli, Donatella Di Pietrantonio)
  • Nostalgia (Mario Martone, Ippolita di Majo)
  • Qui rido io (Mario Martone, Ippolita di Majo)

Attrice protagonista

  • Claudia Gerini (Mancino naturale)
  • Aurora Giovinazzo (Freaks Out)
  • Miriam Leone (Diabolik)
  • Benedetta Porcaroli (La scuola cattolica; L’ombra del giorno)
  • Teresa Saponangelo (È stata la mano di Dio)
  • Kasia Smutniak (3/19)

Attore protagonista

  • Andrea Carpenzano (Calcinculo; Lovely Boy)
  • Pierfrancesco Favino (Nostalgia)
  • Massimiliano Gallo (Il silenzio grande)
  • Elio Germano (America Latina)
  • Silvio Orlando (Ariaferma; Il bambino nascosto)
  • Toni Servillo (Ariaferma; Qui rido io)

Attrice non protagonista

  • Marina Confalone (Il silenzio grande)
  • Anna Ferraioli Ravel (I fratelli De Filippo)
  • Aurora Quattrocchi (Nostalgia)
  • Luisa Ranieri (È stata la mano di Dio)
  • Vanessa Scalera (L’Arminuta)

Attore non protagonista

  • Mario Autore (I fratelli De Filippo)
  • Domenico Pinelli (I fratelli De Filippo)
  • Pietro Castellitto (Freaks Out)
  • Francesco Di Leva (Nostalgia)
  • Tommaso Ragno (Nostalgia)
  • Fabrizio Ferracane (Ariaferma; L’Arminuta; Una femmina)
  • Lino Musella (Il bambino nascosto; L’ombra del giorno; Qui rido io)

Attrice commedia

  • Sonia Bergamasco (Come un gatto in tangenziale – Ritorno a Coccia di morto)
  • Miriam Leone (Corro da te)
  • Rosa Palasciano (Giulia)
  • Barbara Ronchi (Settembre)
  • Greta Scarano (La cena perfetta)

Attore commedia

  • Fabrizio Bentivoglio (Settembre)
  • Salvatore Esposito (La cena perfetta)
  • Pierfrancesco Favino (Corro da te)
  • Gianfelice Imparato (Querido Fidel)
  • Francesco Scianna (Il filo invisibile)
  • Filippo Timi (Il filo invisibile)

Fotografia

  • Francesca Amitrano (Diabolik)
  • Luca Bigazzi (Ariaferma)
  • Paolo Carnera (Leonora addio; Nostalgia)
  • Daria D’Antonio (È stata la mano di Dio)
  • Michele D’Attanasio (Freaks Out)

Scenografia

  • Isabella Angelini (L’ombra del giorno)
  • Carmine Guarino (È stata la mano di Dio)
  • Noemi Marchica (Diabolik)
  • Giancarlo Muselli, Carlo Rescigno (Qui rido io)
  • Massimiliano Sturiale (Freaks Out; Il materiale emotivo)

Costumi

  • Ginevra De Carolis (Diabolik)
  • Maurizio Millenotti (I fratelli De Filippo)
  • Mary Montalto (Freaks Out)
  • Ursula Patzak (Qui rido io)
  • Mariano Tufano (È stata la mano di Dio)

Montaggio

  • Carlotta Cristiani (Ariaferma)
  • Francesco Di Stefano (Freaks Out)
  • Federico Maria Maneschi (Diabolik)
  • Jacopo Quadri (Nostalgia; Qui rido io)
  • Cristiano Travaglioli (È stata la mano di Dio)

Sonoro

  • Diabolik
  • È stata la mano di Dio
  • Il Buco
  • Nostalgia
  • Qui rido io

Casting Director

  • Sara Casani (Settembre)
  • Alessandra Cutolo (Ariaferma)
  • Paola Rota, Raffaele Di Florio (Nostalgia; Qui rido io)
  • Annamaria Sambucco, Massimo Appolloni (È stata la mano di Dio)
  • Francesco Vedovati (Freaks Out)

Colonna sonora

  • Michele Braga, Gabriele Mainetti (Freaks Out)
  • Lele Marchitelli (È stata la mano di Dio)
  • Nicola Piovani (I fratelli De Filippo; Leonora addio)
  • Pivio e Aldo De Scalzi (Diabolik; Il silenzio grande)
  • Pasquale Scialò (Ariaferma)

Migliore canzone

  • Sei tu (Fabrizio Moro, Roberto Cardelli; Ghiaccio)
  • Sulle nuvole (Tommaso Paradiso; Sulle nuvole)
  • La profondità degli abissi (Manuel Agnelli; Diabolik)
  • Nei tuoi occhi (Francesca Michielin, Andrea Farri; Marilyn ha gli occhi neri)
  • Just you (Giuliano Taviani, Carmelo Travia, Marianna Travia; L’Arminuta)
Giulia Angonese
Giulia Angonese
Mi dedico al cinema con passione e continuità, cercando sempre di cogliere dinamiche di pensiero e atmosfere sottese agli intrecci narrativi.

ARTICOLI RELATIVI

ULTIMI ARTICOLI