HomeNewsMegalopolis: il trailer

Megalopolis: il trailer

-

Bisogna proprio dirlo, il trailer di ieri di Megalopolis ha dato una piacevole svolta alla giornata di tutti i cinefili del mondo. Dopo un piccolo teaser che diceva pochissimo sull’opera di Coppola, ora tutto è intavolato per la grande anteprima di Cannes. Uno degli intoccabili del cinema fa il suo ritorno, il maestro che ha dato vita a opere immortali come Il Padrino, La conversazione ed Apocalypse Now ha deciso di prendersi tutta l’attenzione del mondo del cinema di questo 2024. Speriamo ne valga davvero la pena.

Purtroppo ancora non abbiamo una data d’uscita certa nel nostro paese (si parla di un possibile fine 2024 inizio 2025) ma Megalopolis arriverà nelle sale italiane grazie alla distribuzione da parte di Eagle Pictures.

Megalopolis: prime impressioni

Una New York buia e bagnata da una fredda pioggia, sulle strade statue neoclassiche, locali dove il tempo sembra essersi fermato all’epoca romana, situati dinnanzi ai grattacieli in vetro newyorkesi. Un affascinante mix che disegna un luogo che ricorda sia una Gotham fumettistica, che una Metropolis impressionista che un set del Satyricon felliniano. Adam Driver guida il tutto, e si presenta come il grande protagonista di questa epopea.

- Pubblicità -

Queste prime immagini sono più che convincenti. Le scenografie sono abbaglianti, gli effetti visivi (per quanto minimali) sono in linea con le moderne tecniche di realizzazione, e l’aria di grande cinema si respira in maniera forte. La trama non è ancora chiarissima, ma questo è un bene. A suo tempo l’annuncio di Megalopolis fu una vera sorpresa, ed è bene che questo film continui a sorprendere fino all’ultimo. Francis Ford Coppola ha descritto Megalopolis come “il miglior lavoro a cui abbia mai avuto il privilegio di presiedere”, e questo la dice lunga su quanto l’autore creda in questo progetto.

megalopolis
Un immagine tratta da questo trailer di lancio

Meagalopolis: trailer

Davide Secchi T.
Davide Secchi T.
Cresciuto a pane e cinema, il mio amore per la settima arte è negli anni diventato sempre più grande e oltre a donarmi grandissime emozioni mi ha accompagnato nella mia maturazione personale. Orson Welles, Ingmar Bergman, Akira Kurosawa e Federico Fellini sono gli autori che mi hanno avvicinato a questo mondo meraviglioso.

ULTIMI ARTICOLI