Megalopolis, il ritorno di Francis Ford Coppola

Francis Ford Coppola, autore leggendario della New Hollywood, che negli anni ha regalato al mondo delle vere e proprie opere d’arte come Il Padrino e Apocalypse Now, tornerà finalmente sul grande schermo con il film Megalopolis. Dopo undici anni di assenza in sala, l’ultimo lavoro cinematografico del regista è infatti Twixt del 2011, pubblico e critica sono entusiasti di vedere il nuovo parto creativo del regista italo-americano.

Trama e cast del film

Megalopolis sarà un film di genere drammatico, che vede sullo sfondo una New York inserita in una realtà distopica post-apocalittica. Il protagonista della storia sarà un architetto, che con un piano grandioso ed al di là della realtà, vuole riportare alla luce la Grande Mela. Questo piano sarà però messo in pericolo dal sindaco della città, che cercherà in tutti i modi di far saltare il progetto di ricostruzione. Il tutto si intreccerà con una storia d’amore che, a detta dello stesso Coppola, sarà la vera protagonista del film. Un opera che da come descritta sembrerebbe essere un omaggio al Metropolis di Fritz Lang del 1927, un film epocale, che rivoluzionò la settima arte sia sotto il profilo estetico che narrativo, tanto da ispirare negli anni cineasti di tutto il mondo.

Per quanto riguarda il cast, molto è da definire, ma altrettanto è stato già annunciato. Adam Driver, Nathalie Emmanuel, Jon Voight, Laurence Fishburne e Forest Whitaker saranno i principali interpreti della pellicola. Le riprese inizieranno a Settembre, e si spera che il film possa essere completato nel 2023.

Cast stellare e alto budget nelle mani di uno dei più grandi registi della storia del cinema, questi sono gli ingredienti di Megalopolis, un film che farà sicuramente parlare di sé, un opera mastodontica, con un budget di oltre cento milioni di dollari che, sotto dichiarazioni dello stesso regista, potrebbe diventare negli anni un grande classico.

Davide Secchi T.
Davide Secchi T.
Cresciuto a pane e cinema, il mio amore per la settima arte è negli anni diventato sempre più grande e oltre a donarmi grandissime emozioni mi ha accompagnato nella mia maturazione personale. Orson Welles, Ingmar Bergman, Akira Kurosawa e Federico Fellini sono gli autori che mi hanno avvicinato a questo mondo meraviglioso.

ARTICOLI RELATIVI

ULTIMI ARTICOLI