Licorice Pizza, ecco quando uscirà in Italia il nuovo film di P.T Anderson

Licorice Pizza ha una nuova data d’uscita

I fan di Paul Thomas Anderson non aspettavano altro e per la verità non solo loro. Licorice Pizza, uno dei film più attesi della stagione, ha una nuova data d’uscita italiana. Cancellata quella iniziale del 3 febbraio, Eagle Pictures ha annunciato che l’ultimo film del regista di Magnolia e Il petroliere uscirà il 17 marzo. Sin dalla sua uscita nelle sale americana ha raccolto ogni tipo di elogio da parte della critica, ad esempio per Variety “è un capolavoro”, mentre per Entertainment Weekly è “il film più accattivante e delicato di Anderson”. Licorice Pizza ha già ottenuto diverse candidature ai Golden Globe e ai Critics’ Choice Awards e si appresta ad essere tra i protagonisti dei prossimi Academy Awards. Il cast è formato da Alana Haim, Cooper Hoffman (figlio del compianto Philip Seymour Hoffman), Sean Penn, Bradley Cooper, Tom Waits e Benny Safdie.

licorice pizza

La trama del film

Il film è ambientato nel 1973 e racconta di Alana Kane e Gary Valentine, due ragazzi che vivono la loro storia d’amore nella San Fernando Valley. Gary ha già una carriera d’attore avviata sin dall’infanzia e conosce Alana il giorno in cui a scuola si scatta la foto per l’annuario. La ragazza è qualche anno più grande di lui, ma ne rimane subito colpito. I due iniziano a frequentarsi e a passare molto tempo insieme. La loro amicizia si rafforza sempre più, tanto da avviare un’azienda di letti ad acqua, gestita da Gary e con Alana come dipendente. A fare da cornice alle loro avventure vi saranno canzoni di David Bowie, Paul McCartney, Nina Simone e The Doors. Il titolo del film fa riferimento ad una famosa catena di dischi californiana ormai scomparsa. Il nome, a sua volta, è ispirato ad una battuta che circolava ai tempi riguardo al fatto che i dischi non vendevano, paragonati a delle “pizze alla liquirizia”.

licorice pizza
Tiziana Panettieri
Tiziana Panettieri
E’ un amore di lunga data quello tra me e il cinema, cominciato con cult come Halloween, IT e L’Esorcista e alimentato negli anni con il meglio dell’horror e del cinema di genere. Ammetto, però, d’aver subìto il fascino del cinema asiatico, mediorientale e sudamericano. Sono onnivora, non mi precludo nulla senza aver prima provato.

ARTICOLI RELATIVI

ULTIMI ARTICOLI