HomeNewsL'esorcista - Il credente, boom di spettatori negli USA

L’esorcista – Il credente, boom di spettatori negli USA

L’esorcista, 50 anni dopo: no, non è il capolavoro di William Friedkin ma il suo remake contemporaneo. Uscito al cinema venerdì 6 ottobre negli Stati Uniti, ha già battuto un record.

Il record ha a che vedere con gli incassi: 27,3 milioni di dollari solo in questo primo fine settimana di programmazione, proiettato in un totale di 3.773 sale cinematografiche.

Il film è stato co-prodotto dalla Universal in collaborazione con una casa produttrice specializzata in film horror: la Blumhouse. Per intenderci, quella che ha facilitato l’uscita di cult come Paranormal Activity e La notte del giudizio.

L'esorcista - Il credente, il primo film della nuova saga

L’esorcista – Il credente, un esordio buono ma non troppo

La verità è che, in occasione dell’uscita al cinema di L’esorcista – Il credente, le aspettative erano più alte.

La previsione della produzione, in termini di guadagni, era compresa tra i 35 e i 36 milioni di euro. Un guadagno analogo a quello prodotto dall’uscita di un altro horror di successo come The Nun 2 (32,6 milioni di euro). Invece i ricavi sono stati più modesti.

Di per sé, la realizzazione del film è costata 30 milioni di euro: poco più dei ricavi appena realizzati al cinema. Ma la differenza la fa la cifra monstre corrisposta in diritti dalla Universal per realizzare un nuova trilogia sul tema: ben 400 milioni di euro.

Alcune curiosità sul film

L’esorcista – Il credente sarebbe dovuto uscire un altro giorno: per la precisione venerdì 13 ottobre, con chiaro riferimento al cult horror Friday 13th.

Peccato che quello stesso giorno dovesse uscire al cinema il film-concerto del tour della pop star Taylor Swift, The Eras Tour: tale evento avrebbe rischiato di offuscare la pellicola.

Taylor Swift, sul set, è stata una costante: in un’intervista a Forbes il regista ha rivelato che sono state proprio le canzoni della cantante statunitense ad aiutare gli attori più giovani sul set a riprendersi dalle scene più intense e difficili da girare. Nella fattispecie, Lidya Jewett e Olivia O’Neill.

L’esorcista – Il credente, a differenza della pellicola capostipite del 1973, ha imparato la lezione sulla necessità di proteggere i giovani interpreti. Ricordiamo il caso di Reagan / Linda Blair, che sul set si fratturò la colonna vertebrale girando la scena del letto che si scuote.

Quella frattura si tramutò, alcuni anni più tardi, in scoliosi e compromise per sempre la sua salute. Per questo motivo, Blair è stata invitata sul set in qualità di advisor, per dare consigli al regista e alle maestranze.

L'esorcista, il film originale con Linda Blair

L’esorcista, la nuova trilogia: questo è solo l’inizio

L’esorcista – Il credente è solo il primo atto di una trilogia, ispirata al film di Friedkin, destinata ad uscire al cinema nei prossimi anni.

Il secondo atto – e film – è previsto per il 2025: dovrebbe essere diretto da David Gordon Green, il regista della moderna trilogia di Halloween. La data di uscita prevista è nel weekend di Pasqua, il 18 aprile 2025, e dovrebbe chiamarsi The Exorcist: Deceiver.

Sale USA, gli altri film sul podio dei più visti

Non solo brividi di terrore: il secondo film più visto dell’ultimo week-end negli Stati Uniti è di tutt’altro genere.

Si tratta di una pellicola d’animazione della Paramount: PAW Patrol – Il super film che, giunto al suo secondo fine settimana di programmazione, ha incassato altri 11,7 milioni di dollari. Il film racconta le vicende di una banda di cuccioli.

A chiudere il podio dei primi tre, è nuovamente un film ad alta tensione: Saw X, l’ultimo capitolo della saga del celebre Enigmista. In quest’ultimo week-end, l’horror ha racimolato altri 8,15 milioni di dollari, totalizzando ben 32,5 milioni: più del doppio di quanto speso per la sua realizzazione. Un altro colpaccio firmato Paramount.

Redazione
Redazione
La Redazione di Moviemag.it è formata da un gruppo variegato di professionisti e appassionati di cinema. Tra studenti di cinema, critici cinematografici, giornalisti e scrittori, il nostro gruppo cresce ogni giorno, per offrire ai lettori recensioni, novità, curiosità e informazione sul mondo della settima arte. Questo profilo rappresenta la Redazione di MovieMag presente e passata al completo, compresi tutti gli autori che hanno scritto in passato per la rivista.

ULTIMI ARTICOLI