lunedì, 20 Settembre, 2021

L’Envol: Garrel si unisce al nuovo progetto di Pietro Marcello

Per il suo terzo lungometraggio, Pietro Marcello rivolge lo sguardo verso la Francia. Il suo prossimo film, che attualmente riporta il titolo L’Envol, trarrà spunto dal romanzo Vele scarlatte (1923) dell’autore russo Alexander Grin. Ad oggi, le informazioni più specifiche sulla trama sono limitate: pare che la vicenda seguirà «l’emancipazione di una donna nell’arco di vent’anni, tra il 1919 e il 1939, in un periodo di grandi invenzioni e grandi sogni». I nomi vociferati dei membri del cast iniziano a sommarsi: Raphaël Thierry, Juliette Jouan e Noémie Lvovsky. Ma un celebre volto svetta su tutti: è quello dell’attore (e occasionalmente regista e sceneggiatore) Louis Garrel.

Dopo l’esordio con Bella e perduta (2015), Marcello si è reso noto ai più con il suo secondo lungometraggio, l’acclamato Martin Eden (2019), attualmente disponibile sulla piattaforma di streaming Netflix. In competizione per il Leone d’oro al miglior film in occasione della Mostra internazionale d’arte cinematografica, l’interpretazione di Luca Marinelli nei panni dell’eponimo protagonista gli ha permesso di guadagnare la Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile. Quest’anno, dopo essersi dedicato alla lavorazione del suo quarto documentario (Per Lucio), sceglie di tornare al più classico cinema narrativo. Il regista ha già ben chiari i tempi e i luoghi della lavorazione: le riprese avranno luogo in Normandia nell’agosto di quest’anno. Altrettanto certa è la scelta di Marcello relativa alla colonna sonora, affidata al pluripremiato compositore libanese Gabriel Yared (Il talento di Mr. Ripley, Le vite degli altri, La mia vita con John F. Donovan, Judy, La vita davanti a sé).

Louis Garrel, con la sua partecipazione a L’Envol, tornaa confermare la sua vicinanza al panorama cinematografico italiano, cui è legato dalla sua precoce partecipazione in The Dreamers (Bertolucci, 2003). Negli anni l’interprete ha spesso strizzato l’occhio al cinema nostrano, forse anche in ragione dei rapporti professionali e personali che lo hanno legato all’attrice e regista Valeria Bruni Tedeschi (La pazza gioia). Il pubblico perciò non può che mantenere una curiosa attesa, aspettando di vedere a cosa porterà la collaborazione tra il noto interprete e uno dei più discussi registi italiani degli ultimi anni.

Eleonora Noto
Laureata in DAMS, sono appassionata di tutte le arti ma del cinema in particolare. Mi piace giocare con le parole e studiare le sceneggiature, ogni tanto provo a scriverle. Impazzisco per le produzioni hollywoodiane di qualsiasi decennio, ma amo anche un buon thriller o il cinema d’autore.

ARTICOLI RELATIVI

RIMANI CONNESSO

35,217FansLike
15,300FollowersFollow
2,261FollowersFollow

ULTIMI ARTICOLI