HomeNewsL'armaiola di "Rust" condannata a 18 mesi per omicidio colposo

L’armaiola di “Rust” condannata a 18 mesi per omicidio colposo

-

Tutti ricorderanno l’incidente che il 21 ottobre 2021 ha coinvolto Alec Baldwin sul set di Rust. L’attore aveva accidentalmente ferito a morte la direttrice della fotografia, Halyna Hutchins, premendo il grilletto di una pistola, da cui, non essendo stata caricata a salve, partì un vero e proprio proiettile. Il fatto non solo traumatizzò il mondo del cinema, ma aprì numerosi dibattiti attorno alla necessità di maggiori precauzioni sui set, così da renderli luoghi sempre più sicuri.

Il mese scorso la giustizia si è pronunciata nei confronti di Hannah Gutierrez-Reed

Come riporta il The Hollywod Reporter, il mese scorso l’armaiola Hannah Gutierrez-Reed è stata condannata a 18 mesi per omicidio colposo.

Dopo che una giuria l’ha dichiarata colpevole, il giudice Mary Sommer ha emmesso la sentenza. La Gutierrez risulta perciò il primo membro della crew a essere punito legalmente. Nello Stato del New Mexico, dove è stata processata, alla pena di 18 mesi va aggiunta una multa che può arrivare a 5.000 dollari.

Caso “Rust”: accusa contro difesa

Nel processo, l’accusa ha sostenuto che la Gutierrez-Reed è stata negligente. Da un lato nel maneggiare armi da fuoco e dall’altro le munizioni sul set del western a basso budget. È stata anche accusata di aver portato sul set munizioni vere e di non aver seguito i protocolli di sicurezza.

La difesa, nel frattempo, ha sostenuto che la Gutierrez sia stata il capro espiatorio di problemi di sicurezza più grandi sul set che non poteva controllare. Jason Bowles, che rappresenta l’armaiola, ha accusato Baldwin, che era uno degli oltre dodici produttori del film, tra gli altri. La donna intende appellarsi alla condanna.

Baldwin dovrà affrontare un processo in cui è accusato di omicidio colposo, il cui inizio è previsto per luglio. La settimana scorsa i pubblici ministeri hanno affermato che Baldwin ha messo in pericolo gli altri saltando l’addestramento iniziale alle armi da fuoco. Sarebbe arrivato sul set una settimana dopo l’inizio delle riprese e si è sottoposto a una sessione separata, dove si è dimostrato “disattento”, secondo l’accusa. Gli è stato anche rimproverato di aver assunto un armaiolo inesperto come Gutierrez-Reed e di aver premuto il grilletto della pistola quando la scena richiedeva solo che la estraesse dalla fondina.

Rust
Riccardo Brunello
Riccardo Brunello
Il cinema mi appassiona fin da quando ero un ragazzino. Un amore così forte che mi ha portato ad approfondire sempre di più la settima arte e il mondo che la circonda. Ho un debole per i film d’autore e per il cinema orientale, ma, allo stesso tempo, non riesco a fare a meno di un multisala, un secchio di popcorn, una bibita fresca e un bel blockbuster.

ULTIMI ARTICOLI