La stranezza, il trailer del film di Roberto Andò

In uscita nelle nostre sale a partire dal 27 ottobre, La stranezza, film di Roberto Andò, sarà presentato in anteprima alla Festa del cinema di Roma, che avrà inizio il prossimo 13 ottobre.
Nel trailer del film compare gran parte del cast della pellicola, che ha per protagonisti Toni Servillo e il duo comico Ficarra e Picone. L’attore campano interpreta Luigi Pirandello mentre Salvo Ficarra e Valentino Picone sono rispettivamente i personaggi immaginari Onofrio Principato e Salvatore Vella, due teatranti improvvisati che il celebre scrittore incontra durante un soggiorno in Sicilia, sua terra natìa.

Questa la sinossi ufficiale del film, ambientato tra Roma e Agrigento:

1920. L’omaggio per l’ottantesimo genetliaco di Verga è l’occasione per un ritorno in Sicilia di Luigi Pirandello. All’arrivo a Girgenti una notizia dolorosa, la morte dell’amata balia Maria Stella, lo porta ad incontrare due becchini, Nofrio e Bastiano, due esseri singolari che per diletto praticano anche il teatro. Un banale disguido impedisce e ritarda il funerale della balia e costringe lo scrittore ad addentrarsi con i due becchini nei gironi infernali della corruzione degli addetti al cimitero e poi ad attendere che l’incidente si risolva nella sua casa nella valle del Caos.
Ossessionato da un’idea strana e ancora indefinita, la creazione di una nuova commedia, Pirandello trascorre lì ore inquiete e febbrili durante le quali si susseguono visioni spettrali, ricordi, malinconiche apparizioni.

Ritornato a Girgenti dopo l’incontro con Giovanni Verga, sempre più incuriosito dal fascino singolare dei due becchini, Pirandello ne spia le prove e assiste alla prima della loro nuova farsa: ‘La trincea del rimorso, ovvero Cicciareddu e Pietruzzu’. Nel teatrino in cui si è radunato l’intero paese, durante la spassosissima recita a un certo punto accade un evento imprevisto che costringe Nofrio e Bastiano a interrompere la rappresentazione. Repentinamente, in sala, l’atmosfera vira dal comico al tragico, e si trasforma in una resa dei conti totale in cui a confrontarsi sono la platea e gli attori. Pirandello spia ogni minima parola, ogni minimo gesto di quella comunità dolente e ne sembra insieme divertito e turbato.

Roma, 1921. Al Teatro Valle si è raccolto il pubblico delle grandi occasioni per la prima dei ‘Sei personaggi in cerca d’autore’ di Luigi Pirandello. In platea, ci sono anche Nofrio e Bastiano, ospiti dell’autore. La recita inizia e i due assistono sorpresi e rapiti, come d’altronde anche gli altri spettatori, al susseguirsi di situazioni paradossali proposte dal commediografo nella sua commedia, sino a un finale imprevedibile.

La stranezza
Ficarra e Picone, La stranezza

La stranezza: Pirandello torna sul grande schermo

Con La stranezza, la figura di Pirandello torna sul grande schermo, a poca distanza da Leonora addio di Paolo Taviani, in concorso all’ultima Berlinale. Il film, nella prima parte, racconta le rocambolesche vicende di cui furono protagoniste le ceneri di Pirandello (odissea oggetto di molte attenzioni letterarie e, in tempi recenti, raccontata in Esercizi di memoria da Andrea Camilleri, tra gli studenti che nel 1947 spinsero affinché i resti dello scrittore venissero riportati da Roma in Sicilia). Nella seconda parte, Taviani traspone Il chiodo, tra le più enigmatiche novelle pirandelliane.

A proposito del suo ruolo e della condivisione del set con Ficarra e Picone, Servillo ha rilasciato queste parole: “Ho sempre provato molta simpatia e ammirazione per Ficarra e Picone, ed era naturale che corrispondessi alla richiesta di Roberto Andò, con cui ho già fatto due film [Viva la libertà; Le confessioni], di farne uno con loro, nel quale interpreto il ruolo complesso e affascinante di Luigi Pirandello, al servizio di una sceneggiatura che ho trovato molto interessante”.

Nel cast figurano anche Luigi Lo Cascio, Renato Carpentieri, Donatella Finocchiaro, Aurora Quattrocchi, Galatea Ranzi e Fausto Russi Alesi.

La stranezza, in lizza per essere il candidato italiano agli Oscar (scelta ricaduta poi su Nostalgia di Mario Martone) è prodotto da Medusa Film e Rai Cinema, per la prima volta assieme, in collaborazione con Prime Video.

Giulia Angonese
Giulia Angonese
Mi dedico al cinema con passione e continuità, cercando sempre di cogliere dinamiche di pensiero e atmosfere sottese agli intrecci narrativi.

ARTICOLI RELATIVI

ULTIMI ARTICOLI