La notte dei morti viventi avrà un sequel

La notte dei morti viventi, uno dei più grandi classici del genere horror, capolavoro assoluto del regista George A. Romero e pellicola capostipite del filone apocalisse zombi avrà dopo più di cinquant’anni un sequel.

Grazie alla collaborazione tra la Village Roadshow Pictures e la casa di produzione fondata dallo stesso Romero, si avrà un seguito del cult uscito nel lontano 1968. Il film sarà una sorta di espansione dell’opera a cui fa seguito, e potrebbe dare inizio ad una nuova saga cinematografica con protagonisti i famigerati morti viventi (Zombi).

La regia del progetto è affidata a Nikyatu Jusu, divenuta famosa nel 2022 per aver diretto l’horror Nanny, uno dei film protagonisti dell’ultimo Sundance Film Festival nonché una delle uscite più attese sulla piattaforma di Amazon Prime Video.

La giovane regista ha dichiarato: “La versione originale del film La notte dei morti viventi è ancora attuale. Ogni epoca ha lo zombie di cui ha bisogno e attualmente gli zombie riflettono i modi in cui gli esseri umani si trattano a vicenda e ci mostrano chi è veramente il mostro

La sceneggiatura sarà invece scritta da LaToya Morgan, che in passato ha lavorato con la AMC per serie come The Walking Dead e Shameless.

La Morgan ha così commentato riguardo questo spaventoso sequel: “La notte dei morti viventi è uno dei pilastri del genere horror. Sono incredibilmente entusiasta nel poter giocare con gli elementi costruiti da George Romero ed è meraviglioso alzare la posta in gioco e spingermi oltre con questa eccitante nuova storia

Insomma fare un seguito del capolavoro di George A. Romero è sicuramente una mossa azzardata, la speranza è quella di vedere un film che sia più che altro un degno omaggio al regista, piuttosto che un sequel poco ispirato e che usa le creazioni di quello che è stato un genio della settima arte solo ed esclusivamente con lo scopo di sbancare al botteghino.

Davide Secchi T.
Davide Secchi T.
Cresciuto a pane e cinema, il mio amore per la settima arte è negli anni diventato sempre più grande e oltre a donarmi grandissime emozioni mi ha accompagnato nella mia maturazione personale. Orson Welles, Ingmar Bergman, Akira Kurosawa e Federico Fellini sono gli autori che mi hanno avvicinato a questo mondo meraviglioso.

ARTICOLI RELATIVI

ULTIMI ARTICOLI