HomeNewsLa casa – Il risveglio del male: le rivelazioni del regista Lee...

La casa – Il risveglio del male: le rivelazioni del regista Lee Cronin

-

Il quinto capitolo della serie horror comedy La casa, iniziata nei lontani anni ’80, è sbarcato sul grande schermo il 20 aprile 2023, con un titolo che fa rabbrividire anche i più coraggiosi La casa-Il risveglio del male.

Sceneggiato e diretto da Lee Cronin, il sequel racconta di due sorelle, Beth ed Ellie, che, nel tentativo di ricongiungersi dopo mesi di silenzio, vivranno un’esperienza terrificante che ostacolerà i loro piani, mettendo a dura prova il loro istinto di sopravvivenza. I volti delle protagoniste sono quelli di Lily Sullivan, che forse molti conosceranno nel ruolo principale di Lucy in I Met a Girl, e quello di Alyssa Sutherland, che ottiene fama internazionale con il ruolo della regina vichinga Aslaug nella serie Vikings.

La casa – Il risveglio del male: le fonti d’ispirazione del regista

La saga che ha terrorizzato milioni di spettatori torna, quindi, a farci saltare sulla sedia, ma questa volta lo fa presentandoci qualche novità, come rivela il regista Lee Cronin in una sua intervista: “Sono molto motivato quando scrivo e penso sempre già alla regia. Quindi molte idee sono state concepite già durante lo sviluppo e la stesura della sceneggiatura. Cerco sempre nuovi punti di vista e nuovi modi per narrare una storia, cambiando spesso la visuale, non solo da scena a scena ma anche da inquadratura ad inquadratura. Ci sono tantissimi primi piani e moltissime sequenze ricche di dettagli”.

La casa-Il risveglio del male

“Abbiamo grandi spazi all’inizio – continua Cronin – ma una volta entrati nell’edificio l’ambiente diventa claustrofobico, letteralmente chiuso a chiave. Quello a cui abbiamo lavorato io e il direttore della fotografia [Dave Garbett] è la creazione di inquadrature “a tutto campo”, per fare in modo che lo spettatore si sentisse immerso nella storia. E, per raggiungere questo risultato, abbiamo a lungo parlato di Alien di Ridley Scott”.

Incassi record

Sembra quindi che Lee Cronin, pur rimanendo fedele sul piano narrativo alla trilogia di Raimi e al reboot del 2013 di Fede Álvarez, La casa, abbia scelto di seguire una strada propria, ispirandosi per la sua messa in scena a uno dei capolavori di Ridley Scott, Alien. Cambia anche l’ambientazione: l’azione si sposta, infatti, dalla foresta alla città, svolgendosi in gran parte all’interno di un edificio fatiscente.

Cronin propone, quindi, al suo pubblico di amanti del brivido una nuova visuale e un modo di innescare paure ancestrali del tutto originale: è l’evoluzione del male.

Un connubio perfetto tra tradizione e innovazione che ha permesso al film di ottenere un successo strepitoso, incassando quasi 150 milioni di dollari a fronte di un budget più modesto compreso tra i 15 e i 19 milioni.

Nel cast fra i vari personaggi sono presenti anche Gabrielle Echols, Morgan Davies, Nell Fisher e Mia Challis.

Alessia Pennino
Alessia Pennino
Il cinema ha sempre rappresentato per me il rifugio perfetto dalle vicissitudini quotidiane, un porto sicuro dalla realtà, ma anche la dimensione ideale in cui sogni e desideri prendono forma. Ho sempre coltivato un interesse profondo per quest'espressione artistica, immaginandomi un giorno di scrivere recensioni per poter esprimere il mio punto di vista.

ULTIMI ARTICOLI