HomeNewsJohnny Depp racconta di aver battuto diversi attori per il ruolo in...

Johnny Depp racconta di aver battuto diversi attori per il ruolo in ‘Edward mani di forbice’!

-

Johnny Depp deve molto del suo fascino dark a Tim Burton, su questo non ci sono dubbi. Il sodalizio con il regista vede all’attivo una serie di titoli di grande successo che hanno plasmato l’immagine del famoso attore. Recentemente Johnny Depp ha piacevolmente deciso di svelare una curiosità in merito all’ottenimento del ruolo per Edward mani di forbice.

Fu proprio questo film, uscito nel 1990, che diede il via alla collaborazione con Burton, una tra le più fruttuose e stravaganti del cinema recente. Da essa sono nati film che hanno appassionato fan da tutto il mondo. Per esempio Ed Wood, Il mistero di Sleepy Hollow, La fabbrica di cioccolato, Sweeney-Todd e non sono neanche tutti.

Cosa ha raccontato Johnny Depp?

Johnny Depp ha recentemente detto di aver battuto attori importanti, e non solo, per riuscire a ottenere il ruolo in Edward mani di forbice. Tra i tanti spiccano quelli di Tom Hanks, Tom Cruise e, incredibilmente, Michael Jackson.

Per quanto riguarda Cruise, alla regista Tara Wood Johnny, mentre rifletteva sul film per una docuserie senza titolo su Burton, ha detto che il suo collega “non era molto lontano dall’interpretare davvero Edward mani di forbice – storia vera”.

Johnny ha raccontato che ad attrarlo era stata la sceneggiatura del film. Una volta letta si è sentito estremamente coinvolto dal protagonista Edward. Depp svela che la storia “ha attraversato ogni cosa, qualsiasi cosa, solida ed è andata al cuore di ciò che sono. La scrittura era bellissima. Il personaggio era bellissimo. Ciò che suppongo mi abbia attratto emotivamente è che Edward era me stesso. È esattamente quello che dovrei fare”.

Subito dopo si è incontrato con Burton. Inizialmente Depp ha pensato: “Non mi sceglierà mai quando tutti a Hollywood vogliono la parte”. Come dargli torto, ma la storia, ormai si sa, è andata diversamente.

I suoi incredibili frutti: Ed Wood (1994), Sleepy Hollow (1999), La fabbrica di cioccolato (2005), La sposa cadavere (2005), Sweeney Todd (2007), Alice in Wonderland (2010) e Dark Shadows (2012).

Riccardo Brunello
Riccardo Brunello
Il cinema mi appassiona fin da quando ero un ragazzino. Un amore così forte che mi ha portato ad approfondire sempre di più la settima arte e il mondo che la circonda. Ho un debole per i film d’autore e per il cinema orientale, ma, allo stesso tempo, non riesco a fare a meno di un multisala, un secchio di popcorn, una bibita fresca e un bel blockbuster.

ULTIMI ARTICOLI