HomeNewsImaginary, il nuovo film horror targato Blumhouse

Imaginary, il nuovo film horror targato Blumhouse

La Blumhouse, la casa cinematografica statunitense specializzata nella produzione dei film horror come Five Nights at Freddy’s, M3gan e Nanny, firma una nuova pellicola da brivido intitolata Imaginary che uscirà nelle sale italiane a partire dal 7 marzo.

Diretto dal regista Jeff Wadlow, autore di Fantasy Island (2020) e La maledizione di Bridge Hollow, e firmato da Greg Erb e Jason Oremland, il film indaga il mondo immaginario dei bambini, una dimensione che spesso diventa espressione e rappresentazione intangibile delle loro paure più recondite.

Nel cast figurano DeWanda Wise, Pyper Braun, Tom Payne, Betty Buckley, Taegen Burns, Dane Diliegro, Alix Angelis, Cecilia Leal e Veronica Falcòn.

Imaginary – La trama

Jessica torna nella sua casa d’infanzia insieme alla sua figliastra, Alice, una bambina dolce e affettuosa. Andando in esplorazione nella nuova casa, la piccola trova in cantina un vecchio orsacchiotto di peluche, Teddy, che apparteneva un tempo alla sua matrigna e al quale col passare dei giorni si affeziona sempre di più. Ben presto però la tenera Alice comincia ad assumere un comportamento strano, mostrando un attaccamento morboso al suo orsacchiotto che ormai considera suo amico. E mentre si verificano eventi inquietanti e insoliti, Jessica decide di indagare le cause del cambiamento di Alice. I sospetti ricadono proprio sull’orsetto che sembra esercitare sulla bambina un’influenza negativa.

Imaginary

L’horror “affonda le radici nelle nostre paure da bambino”

In un recente comunicato, il regista statunitense Wadlow sottolinea la grande professionalità e capacità creativa dell’attrice DeWanda Wise, che interpreta il ruolo di Jessica, dichiarando: “DeWanda è stata molto più che la star di questo film. È stata un reale partner creativo”. Riflettendo poi sulla genesi del suo film e più in generale sui temi tipici del genere in questione, il cineasta prosegue: “Molto del genere horror affonda le radici nelle nostre paure da bambino e DeWanda vi si è gettata a capofitto. Sapete come si dice, no? L’immaginazione del pubblico fa più paura di qualsiasi film, ma staremo a vedere, quando scoprirete il nostro lavoro”. Non ci resta quindi che darci appuntamento al cinema il 7 marzo!

Alessia Pennino
Alessia Pennino
Il cinema ha sempre rappresentato per me il rifugio perfetto dalle vicissitudini quotidiane, un porto sicuro dalla realtà, ma anche la dimensione ideale in cui sogni e desideri prendono forma. Ho sempre coltivato un interesse profondo per quest'espressione artistica, immaginandomi un giorno di scrivere recensioni per poter esprimere il mio punto di vista.

ULTIMI ARTICOLI