Politicamente scorretti come mai nessuno prima di loro, i Griffin (titolo originale Family Guy), sono uno squarcio della famiglia tipo americana, portata all’eccesso. Peter è un padre obeso dedito all’alcolismo e spesso assente, Lois madre all’apparenza amorevole, ma alquanto inadatta all’educazione dei propri figli. Meg (doppiata da Mila Kunis) è la tipica adolescente bullizzata non solo a scuola ma molto spesso anche a casa dagli stessi genitori. Chris adolescente obeso e idiota e timido, riesce però quasi sempre ad uscire “vincente” da ogni episodio. Stewie è un neonato cinico e intelligentissimo a tal punto da creare una macchina del tempo che userà con Brian, il cane di famiglia, innamorato non corrisposto di Lois.

I Griffin
Peter diventa ultra obeso

Inizialmente cancellato dalla Fox, venne ripescato da Cartoon Network per Adult Swim, che gli diede nuova linfa vitale, tanto da far ripensare la Fox e di farle cominciare a produrre nuovi episodi. Ci sono anche state “invasioni” di altri personaggi, la più famosa è quella con i Simpson, dove Glenn Quagmire ,amico donnaiolo di Peter, va a letto con Marge, moglie di Homer e una volta scoperto stermina tutta la famiglia.

I Griffin
Peter, Lois e il cavallo cerebroleso

Il pezzo non è stato mandato in onda ma si può trovare nei dvd. Il doppiatore di Chris è Seth Green, ha ottenuto la parte facendo la voce del serial killer Buffalo Bill da “Il silenzio degli innocenti”, una trovata alquanto geniale, visto che è stato immediatamente scelto per la parte. Un altro personaggio frequente della serie è Joe Swanson, poliziotto paraplegico. Si trova sulla sedia a rotelle dopo una caduta da un tetto, mentre lottava con il Grinch o almeno è quello che inizialmente si capisce, ma sempre lui durante un episodio rivela di essere stato ferito da un malvivente. La moglie, dopo diverse stagioni, scopre un odio latente verso il marito, in quanto paraplegico. Il tema dei malati è spesso presente nella serie e viene trattato con un cinismo sconcertante a volte fastidioso da vedere.

I Griffin
Invasioni…

Il creatore della serie Seth MacFarlane, che è anche il doppiatore di Stewie, aveva ideato prima dei Griffin un’altra serie animata “La vita di Larry” che possiamo ritenere il prototipo di quello che sarebbe diventato Family Guy. . In pratica è la stoia di un uomo e del suo cane parlante, già qua possiamo ammirare divertentissimi flashback che poi saranno la colonna portante della serie.

Peter, Lois, Glenn e Joe

Lo show è stato anche in nomination per la miglior serie TV comica e non accadeva dal 1961 con i Flinstone. Possiamo senza dubbio affermare che Peter e famiglia hanno staccato di molte lunghezze i Simpson, serie che scandalizzò gli anni 90, ma che ora, molto si è ridimensionata e possiamo dire in tutta tranquillità che non fa più parte del genere cinico demenziale. Come mai la famiglia Griffin ha così tanti spettatori? Non avere mezzi termini è un aspetto che fino dal 2003, anno in cui uscì la prima stagione, ha tenuto l’asticella sempre alta. In un America dove il perbenismo sembra essere alla base della società, questa famiglia strampalata, rende tutte le altre pressoché perfette; i Griffin sono una finestra sul mondo imperfetto, uno spioncino da cui noi tutti possiamo osservare, inondati da battute demenziali e comportamenti riprovevoli.

Stewie rende omaggio al Joker di Heath Ledger

Peter e la sua famiglia sono in pratica l’esorcizzazione di tutto quello che facciamo ma non vorremmo mai fosse reso pubblico. Ovviamente tutto è portato all’eccesso, ma questa sembrerebbe una sfida che gli autori lanciano al pubblico, fino a quanto ci si può spingere con il cinismo? La linea tra il cattivo gusto e la trovata geniale è sottilissima, anche se fino ad ora i Griffin non l’hanno mai oltrepassata, ma si sa, nessuno è perfetto.