Gli occhi di Tammy Faye, recensione del film con Jessica Chastain

“Gli occhi di Tammy Faye”: Jessica Chastain, anche produttrice (ha creduto fermamente nel progetto), è la sensazionale protagonista di questo biopic, dal gusto molto americano (la sequenza di chiusura è memorabile). Dietro la macchina da presa troviamo Michael Showalter, regista della nota commedia romantica “The Big Sick – Il matrimonio si può evitare… l’amore no”, pellicola del 2017 che ha ottenuto il plauso della critica statunitense

Gli occhi di Tammy Faye

Gli occhi di Tammy Faye, l’Oscar come migliore attrice

Jessica Chastain (“The Tree Of Life”, “The Help”) è in forma più che smagliante e, meritatamente, si è aggiudicata l’Oscar come miglior attrice protagonista. Davvero sbalorditiva la sua performance. Completamente trasformata (il film ha ricevuto anche la statuetta per trucco e acconciatura), tiene lo spettatore incollato allo schermo, dal primo all’ultimo fotogramma.

Senza ombra di dubbio, è la recitazione (il carisma di Chastain) la vera calamita: il motivo per non perdere “Gli occhi di Tammy Faye”. Nel cast anche Andrew Garfield (“La battaglia di Hacksaw Ridge”, “The Social Network”). Garfield è sì bravo ma non raggiunge le vette di “Tick, Tick…BOOM!”, il musical che lo vede nei panni del drammaturgo e compositore Jonathan Larson. Garfield nella parte di Larson è entusiasmante ed ha portato a casa una nomination nella categoria miglior attore protagonista agli Oscar 2022.

A proposito di Jessica Chastain, il regista Showalter si è espresso così: “Dà sempre il massimo. Il suo livello di perfezionismo e preparazione è altissimo. È meraviglioso lavorare con un’attrice di questo tipo”.

Chastain ha trascorso sette anni a visionare le riprese di Tammy Faye ed è rimasta colpita dal documentario “The Eyes Of Tammy Faye” (2000) diretto da Fenton Bailey e Randy Barbato.

Nel documentario, Tammy Faye non era raccontata come un personaggio delle cronache scandalistiche bensì come una donna di fede che agiva perché credeva nella sua missione: propagare la parola di Gesù.

Gli occhi di Tammy Faye
Gli occhi di Tammy Faye, 2021

Gli occhi di Tammy Faye, i predicatori più famosi d’America

“Gli occhi di Tammy Faye” narra l’ascesa e il declino di una delle coppie più celebri d’America, ovvero: i coniugi Bakker che, assai devoti, tra gli anni Settanta e Ottanta, raggiunsero l’olimpo della popolarità. Apostoli contemporanei. Annunciatori del Vangelo, per mezzo della tv. Guaritori di anime. Una bizzarra miscela di religione e business. Ideatori di singolarissime trasmissioni. Programmi mirati alla diffusione della parola di Dio. Diventarono celebrità della fede.

Diffusori di messaggi di pace e fratellanza tramite, anche, show di marionette. I Bakker misero su un impero economico. Si arricchirono. Costruirono parchi a tema. Ma ad un certo punto fu proprio il denaro a farli precipitare. Inondati da scandali di vario tipo, finanziari e sessuali.

Tammy Faye fu presentatrice, autrice, attivista, predicatrice, e nel corso della sua carriera si fece apprezzare anche come cantante. Dotata di talento, incise diversi dischi. 

Quanto al film: il motore di tutto è Jessica Chastain, eccellente nei panni di Tammy Faye: regala un ritratto di donna esuberante, genuina, coloratissima, talvolta un po’ distratta, con la voce da Betty BoopJessica Chastain ha studiato minuziosamente il personaggio e il risultato è sorprendente.

La sua Tammy Faye è credibile, in ogni fase, dalla giovinezza all’età matura. Nei minuti finali il trucco di Tammy Faye diventa marcato, barocco. Fondotinta e ciglia di plastica, per Tammy Faye: un modo per cancellare la sofferenza di un aspro passato. Un modo per cancellare il dolore.

Curiosità: durante le riprese, per trasformarsi in Tammy Faye, Jessica Chastain si recava ogni giorno alla roulotte del trucco alle tre e mezza del mattino.

Gli occhi di Tammy Faye, le parole di Andrew Garfield

Ne “Gli occhi di Tammy Faye”, Andrew Garfield interpreta Jim Bakker e riguardo al personaggio, ecco le sue parole: “Quello che lui e Tammy riuscirono a portare a termine fu davvero radicale. Crearono un’alternativa alle varie stazioni televisive cristiane dell’epoca. Desideravano guarire la gente. Invece di attendere la gioia in paradiso, difendevano il bisogno di essere felici qui e ora. Cadde in rovina nel momento in cui perse di vista tutto ciò”.

PANORAMICA RECENSIONE

regia
soggetto e sceneggiatura
interpretazioni
emozioni

SOMMARIO

"Gli occhi di Tammy Faye" è un film biografico che racconta l'ascesa e il declino dei coniugi Bakker, celebri predicatori televisivi, una delle coppie più famose d'America, tra gli anni Settanta e Ottanta. I Bakker, tramite gli show mirati a diffondere la parola di Dio, riuscirono a costruire un vero e proprio impero economico.
Micol Graziano
Micol Graziano
Amo il cinema e i pop-corn.

ARTICOLI RELATIVI

ULTIMI ARTICOLI

Gli occhi di Tammy Faye, recensione del film con Jessica Chastain"Gli occhi di Tammy Faye" è un film biografico che racconta l'ascesa e il declino dei coniugi Bakker, celebri predicatori televisivi, una delle coppie più famose d'America, tra gli anni Settanta e Ottanta. I Bakker, tramite gli show mirati a diffondere la parola di Dio, riuscirono a costruire un vero e proprio impero economico.