Don’t Worry Darling, trailer italiano del thriller diretto da Olivia Wilde

Don’t Worry Darling, un thriller decisamente inquietante

Olivia Wilde torna dietro la macchina da presa a 3 anni dal suo esordio alla regia con la commedia La rivincita delle sfigate. Questa volta l’attrice conosciuta principalmente per i suoi ruoli nella serie Dr.House-Medical Division e The O.C sceglie di misurarsi con il thriller che dalle prime immagini appare decisamente inquietante. Don’t Worry Darling (questo il titolo del suo secondo film da regista) non ha ancora una data d’uscita ufficiale, ma è probabile che Warner Bros Pictures lo distribuirà in autunno. La sceneggiatura è a cura di Katie Silberman, autrice anche del primo film della Wilde. Protagonisti di Don’t Worry Darling l’attrice Florence Pugh (Midsommar, Black Widow) e il cantante ex One Direction Harry Styles. Ad affiancarli la stessa Olivia Wilde, Gemma Chan, Kiki Layne e Chris Pine. Di seguito il trailer italiano ufficiale:

La trama del film

Don’t Worry Darling è un thriller ambientato negli anni ’50. Alice e Jack vivono nella comunità di Victory, una realtà sperimentale e utopica che ospita, insieme alle famiglie, gli uomini che lavorano al progetto top secret Victory. Il capo dell’azienda fissa ogni aspetto della vita quotidiana di queste persone, atteggiamento che si sposa benissimo con l’ottimismo sociale in voga in quegli anni. Mentre gli uomini vanno a lavorare, le mogli in casa si godono il lusso, la bellezza e la dissolutezza della comunità. Ogni esigenza degli abitanti viene soddisfatta rendendo perfetta la vita a Victory. Ciò che viene richiesto in cambio è discrezione e impegno a sposare il progetto top secret, tuttavia cominceranno ad emergere le prime crepe in questa visione idilliaca. Alice comincerà a chiedersi davvero in cosa consista Victory e cosa sta realmente nascondendo l’azienda dietro questo sinistro progetto.

Don't Worry Darling
Tiziana Panettieri
Tiziana Panettieri
E’ un amore di lunga data quello tra me e il cinema, cominciato con cult come Halloween, IT e L’Esorcista e alimentato negli anni con il meglio dell’horror e del cinema di genere. Ammetto, però, d’aver subìto il fascino del cinema asiatico, mediorientale e sudamericano. Sono onnivora, non mi precludo nulla senza aver prima provato.

ARTICOLI RELATIVI

ULTIMI ARTICOLI