Dave Bautista protagonista del nuovo film di M. Night Shyamalan

Dave Bautista protagonista di Knock at the Cabin

Knock at the Cabin è il titolo del nuovo film di M.Night Shyamalan. Dopo Old, uscito nelle sale italiane il 21 luglio scorso, qualcosa bolle già in pentola o meglio nella mente del regista più misterioso del panorama cinematografico. Nessun dettaglio sulla trama, quel che si sa è che Knock at the Cabin sarà coprodotto dalla sua Blinding Edge Pictures per la Universal e l’uscita al cinema è prevista per il febbraio 2023. Il protagonista è un inaspettato Dave Bautista che ormai da tempo ha lasciato alle spalle la carriera di wrestler per intraprenderne una cinematografica di tutto rispetto. Attendiamo di vederlo, infatti, in Knives Out 2 al fianco di Daniel Craig e nuovamente nei panni di Drax nell’Holiday Special di Guardiani della Galassia, oltre che nel terzo capitolo della saga Marvel. Recentemente lo abbiamo visto in Army of the Dead di Zack Snyder e Dune di Denis Villeneuve.

Bautista Shyamalan

La carriera di M. Night Shyamalan, tra alti e bassi

Shyamalan attira sempre su di sé l’attenzione, basta solo il nome. Il successo del regista indiano arriva nel 2000 con Il sesto senso, film che ottiene sei candidature ai Premi Oscar tra cui quella alla regia. Segue un periodo d’oro con Unbreakable-Il predestinato, Signs e The Village, ma dopo questi arrivano anche gli insuccessi. Lady in the Water, E venne il giorno, L’ultimo dominatore dell’aria e After Earth non riscuotono il plauso né della critica né del pubblico tanto da far pensare che la sua carriera fosse in rapida discesa. Nel 2015, però, torna con The Visit che segna la sua rinascita cinematografica, così come Split, Glass e il recente Old. Pubblico e critica già da tempo hanno rinnovato la fiducia nei suoi confronti, pur restando sulla difensiva. C’è da sperare che Knock at the Cabin sia un ulteriore passo avanti nella sua carriera.

Bautista Shyamalan
Tiziana Panettieri
Tiziana Panettieri
E’ un amore di lunga data quello tra me e il cinema, cominciato con cult come Halloween, IT e L’Esorcista e alimentato negli anni con il meglio dell’horror e del cinema di genere. Ammetto, però, d’aver subìto il fascino del cinema asiatico, mediorientale e sudamericano. Sono onnivora, non mi precludo nulla senza aver prima provato.

ARTICOLI RELATIVI

ULTIMI ARTICOLI