HomeNewsCome può uno scoglio, in arrivo la nuova commedia di Pio e...

Come può uno scoglio, in arrivo la nuova commedia di Pio e Amedeo

-

Dopo il successo di Belli ciao (2022), Pio e Amedeo tornano al cinema con una nuova esilarante commedia, Come può uno scoglio, in sala dal 28 dicembre. Dietro la macchina da presa troviamo ancora una volta Gennaro Nunziante, il regista di Cado dalle nubi e di Sole a catinelle, che aveva già diretto il duo nella precedente pellicola.

Nel cast oltre ai due vulcanici protagonisti, Pio D’Antini e Amedeo Grieco, figurano anche Francesca Valtorta, Nicola Rignanese, Christina Andrea Rosamilia e Claudio Bigagli.

Come può uno scoglio – Trama

Pio è un ragazzo impacciato e condiscendente che dopo la morte del padre eredita la gestione di diverse attività. Vive insieme a sua moglie Borromea e ai due figli, Ginevra e Manfredi, nel castello dei suoceri, i marchesi Pasin, proprietari di una storica cantina vinicola che produce prosecco. Vissuto nell’agio e all’ombra di una figura paterna dominante, Pio è sempre stato abituato a subire le decisioni degli altri senza mai provare ad imporsi. Gli imprenditori locali, convinti di poter approfittare del suo carattere docile e facilmente manovrabile, lo candidano come sindaco del paese, ma non sanno che nella vita di Pio sta per irrompere Amedeo, un ex carcerato che proverà a cambiare le cose. L’incontro tra i due, l’uno irruente e impulsivo, l’altro mite e remissivo, sarà determinante per entrambi e darà il via ad una serie di situazioni divertenti e rocambolesche.     

Come può uno scoglio

Una comicità irriverente

In Come può uno scoglio, i due comici non hanno paura di scherzare anche con una certa irriverenza su tematiche importanti, come il ruolo della famiglia e la funzione della politica. Così alla domanda se sia possibile realizzare una commedia ‘scorretta’ in un mondo politicamente corretto, Pio risponde: “Certo che si può fare, noi ne siamo assolutamente convinti. Bisogna assumersi delle responsabilità. Perché poi – aggiunge  quando spingi in una direzione può arrivare anche qualcosa di spiacevole però si può fare, siamo contenti che questa cosa arrivi, anche perché crediamo che la gente si sia rotta anche un po’ le scatole del politically correct e di questo piattume”.

Amedeo in accordo con le osservazioni di Pio aggiunge: “Ci sarà sempre qualcuno che ne parlerà male di quella o quell’altra battuta. Per una battuta si dovrebbe dire: è brutta, è bella, mi ha fatto ridere o non mi ha fatto ridere, ma non si dovrebbe dire: non si poteva fare”.

Alessia Pennino
Alessia Pennino
Il cinema ha sempre rappresentato per me il rifugio perfetto dalle vicissitudini quotidiane, un porto sicuro dalla realtà, ma anche la dimensione ideale in cui sogni e desideri prendono forma. Ho sempre coltivato un interesse profondo per quest'espressione artistica, immaginandomi un giorno di scrivere recensioni per poter esprimere il mio punto di vista.

ULTIMI ARTICOLI