HomeNewsCento domeniche, in arrivo l’atteso film di Antonio Albanese

Cento domeniche, in arrivo l’atteso film di Antonio Albanese

-

Dopo la presentazione in anteprima al Festa del cinema di Roma, nella sezione Grand Public, il nuovo atteso film di Antonio Albanese, Cento domeniche, finalmente debutterà al cinema il 23 novembre. Al centro della pellicola una storia commovente, quella di un ex operaio che dopo una vita di lavoro e sacrifici si ritrova a fare i conti con l’avidità delle banche. Cento domeniche è stato girato a Olginate in provincia di Lecco, paese di origine del regista, e si ispira in parte al film Criminali come noi.

Nel cast oltre allo stesso Antonio Albanese, nel ruolo del protagonista, troviamo anche Liliana Bottone, Bebo Storti, Sandra Ceccarelli, Maurizio Donadoni, Elio De Capitani, Sandra Toffolatti, Martin Chishimba e Giulia Lazzarini.

Cento domeniche – La trama

Antonio è un ex operaio di un cantiere nautico che conduce una vita placida e appagante. Per lui la felicità si nasconde nei piccoli gesti quotidiani, in una partita a bocce con gli amici, nel rapporto con la sua unica e adorata figlia, Emilia, e con la sua anziana madre a cui presta regolarmente assistenza. Quando apprende che sua figlia intende sposarsi, allora proverà una gioia immensa e finalmente potrà realizzare il sogno di regalarle il matrimonio perfetto, servendosi dei risparmi di una vita intera. Tuttavia la banca di cui Antonio è sempre stato cliente dimostra di non essere del tutto affidabile. La direzione cambia continuamente e i dipendenti appaiono improvvisamente sfuggenti e poco disponibili. I sospetti di Antonio aumentano e il progetto di organizzare il matrimonio di sua figlia diventa sempre più un’impresa impossibile.

Cento domeniche

Una storia universale

Antonio Albanese, ormai alla sua sesta regia, mette da parte i toni comici e scherzosi per affrontare con sensibilità e serietà un tema attuale che riguarda tutti noi, spesso vittime di un sistema economico che non tiene conto della nostra dignità: “Ho sentito la necessità di raccontare questa storia, non solo per l’universalità che esprime, ma soprattutto mi ha colpito la dignità che le persone come Antonio hanno manifestato in queste circostanze. La fiducia nel proprio lavoro, l’attaccamento alle proprie radici, quella straordinaria capacità di accontentarsi e di vivere una vita serena fatta di piccole cose e di relazioni autentiche. Per questo l’onda del raggiro e del tradimento li ha travolti: non erano pronti ad affrontarla. Per questo abbiamo deciso di dedicare questo film alle centinaia di migliaia di persone tradite dall’avidità.”

Il film, una produzione Palomar e Leo, è prodotto da Carlo Degli Esposti, Nicola Serra e Dario Fantoni in collaborazione con Vision Distribution, Sky, Prime Video.

Alessia Pennino
Alessia Pennino
Il cinema ha sempre rappresentato per me il rifugio perfetto dalle vicissitudini quotidiane, un porto sicuro dalla realtà, ma anche la dimensione ideale in cui sogni e desideri prendono forma. Ho sempre coltivato un interesse profondo per quest'espressione artistica, immaginandomi un giorno di scrivere recensioni per poter esprimere il mio punto di vista.

ULTIMI ARTICOLI