HomeNewsBlue Giant arriva alla Milan Games Week & Cartoomics

Blue Giant arriva alla Milan Games Week & Cartoomics

-

Alla Milan Games Week & Cartoomics, più precisamente al Fantasticon Film Fest, è stata proiettata l’opera anime di Yuzuru Tachikawa intitolata Blue Giant. Il film è tratto dall’omonimo manga di seinen di Shin’ichi Ishizuka, edito in Italia da J-Pop e tutt’ora in corso di pubblicazione.

L’autore giapponese è da venerdì 24 novembre in fiera in lunghe sessioni di firmacopie, e nella giornata di ieri è stato proiettato in anteprima assoluta il lungometraggio animato tratto appunto dalla sua opera più acclamata a livello internazionale: Blue Giant.

Blu Giant: trama

Dai Miyamoto è uno studente delle superiori che vive nella città di Sendai, nella prefettura di Miyagi (Est Giappone). Dai è un giovane dalla personalità schietta, ma allo stesso tempo insicura, incapace di vedere cosa il futuro potrà riservagli. Tutto cambia quando un giorno ascolta una canzone jazz. Questo farà scoppiare il lui una scintilla. Il ragazzo comincia a lavorare part-time per comprare un sassofono, che poi gli regalerà invece suo fratello, per scoprire il meraviglioso mondo della musica. Dai ha finalmente trovato la sua strada.

Un opera diversa da quelli che per noi occidentali sono i canoni del fumetto giapponese. Blue Giant è un racconto profondo, che parla con sincerità ai giovani, spingendoli a credere in loro stessi e a seguire le loro più viscerali passioni. L’opera di Shin’ichi Ishizuka è un bellissimo ritratto adolescenziale, premiato nel 2016 con il prestigioso Premio Shōgakukan.

Blue Giant, a causa del poco appeal che solitamente opere di questo tipo hanno per il pubblico generalista italiano, potrebbe non vedere mai il buio della sala. E’ comunque probabile che il film possa approdare in qualche piattaforma streaming, dando così a tutti la possibilità di riscoprire la storia di un ragazzo come tanati, e la strada che egli sta percorrendo per realizzare il suo sogno.

blue giant
Un immagine del film Blue Giant
Davide Secchi T.
Davide Secchi T.
Cresciuto a pane e cinema, il mio amore per la settima arte è negli anni diventato sempre più grande e oltre a donarmi grandissime emozioni mi ha accompagnato nella mia maturazione personale. Orson Welles, Ingmar Bergman, Akira Kurosawa e Federico Fellini sono gli autori che mi hanno avvicinato a questo mondo meraviglioso.

ULTIMI ARTICOLI