HomeNewsBill Murray difeso da Wes Anderson

Bill Murray difeso da Wes Anderson

Pubblicità

Bill Murray: perché non è in Asteroid City

Bill Murray, in seguito a numerose accuse di molestie sessuali è stato temporaneamente estromesso dal cinema. Il suo amico Wes Anderson ha deciso di intervenire commentando il loro rapporto. Nel suo nuovo film Asteroid City, presentato a Cannes 2023, oltre ad un cast stellare Wes Anderson aveva trovato uno spazio rilevante anche a Bill Murray. L’attore dopo aver contratto il Covid-19 è stato però sostituito da Steve Carell. Questo cambio dell’ultimo momento sembra però determinato da ulteriori problematiche. L’attore è infatti recentemente stato accusato di “condotte inadeguate” e “molestie sessuali”.

Bill Murray

Le dichiarazioni di Wes Anderson

In una recente intervista rilasciata a Indiewire Wes Anderson ha però voluto chiarire la sua relazione con Bill Murray e come gli scandali non abbiano influenzato negativamente il loro rapporto lavorativo:

Bill Murray è stato un mio grande supporter fin dall’inizio. Non voglio parlare dell’esperienza di qualcun altro, ma fa davvero parte della mia famiglia. È il padrino di mia figlia. L’ha proprio battezzata, è quello che le ha tirato dell’acqua addosso. Abbiamo finito il film e Bill ed io ci siamo messi in macchina guidando fino alla Francia. Una bella maniera di finire, ma è stata la prima volta che non l’ho avuto in un mio film da tanto tempo. Ci sono persone con cui lavoro, Owen Wilson, Bill, Jason Schwartzman, con cui ho un rapporto da così tanto tempo che, se non ci sono, mi sembra che manchino“.

Pubblicità

Bill Murray dopo essere guarito dal Covid-19, secondo quanto riportato dal regista si sarebbe presentato in Spagna sul set di Asteroid City, per supportare il suo amico di lunga data. Rimane il fatto che l’attore è stato allontanato dal set di Being Mortal, a seguito delle accuse di molestie sessuali. Murray si è giustificato dichiarando che il mondo con cui si relaziona oggi è cambiato e spera di poter comprendere meglio questa nuova cultura.

Pubblicità
Lucrezia Lugli
Lucrezia Lugli
La passione per il cinema mi ha accompagnato dall’infanzia all’età adulta, ma ho impiegato più del previsto a capire che sarebbe diventata la mia strada. Guardo ogni genere di contenuto da film a serie tv, questo comprende anche i più grandi successi delle piattaforme streaming.

ARTICOLI RELATIVI

ULTIMI ARTICOLI