HomeNewsBarbenheimer: una vittoria per il cinema secondo un famoso regista

Barbenheimer: una vittoria per il cinema secondo un famoso regista

-

Barbie e Oppenheimer hanno generato un fenomeno importante nella storia del box office statunitense e mondiale denominato Barbenheimer. Due pellicole molto diverse. La prima è diretta da Greta Gerwig sulla famosa bambola della Mattel, ed è interpretata da Margot Robbie e Ryan Gosling.

La seconda invece da Christopher Nolan sul creatore della bomba atomica, interpretato da Cillian Murphy. Entrambi i film mantengono la loro posizione di primo e secondo posto nelle classifiche nazionali anche in questo fine settimana (per ora in Italia è uscito solo Barbie). Nel quarto weekend più redditizio nella storia del box office, incassando complessivamente oltre 200 milioni di dollari durante l’apertura simultanea.

Francis Ford Coppola

Chi è il famoso regista che ha rilasciato le dichiarazioni sul fenomeno Barbenheimer?

Il celebre regista Francis Ford Coppola, in una delle sue storie su Instagram, ha definito il successo al botteghino di entrambi i blockbuster una vittoria per il Cinema con la C maiuscola. Coppola ha dichiarato: Non li ho ancora visti, ma il fatto che le persone affollino le grandi sale per vederli e che non siano né sequel né prequel senza numeri associati, il che significa che sono opere uniche, è una vittoria per il Cinema.

Nonostante abbia diretto una trilogia cinematografica di successo con Il Padrino, Coppola non ha mai nascosto le sue critiche riguardo alla tendenza di fare continuazioni e prequel. Nel 2019, ha manifestato il suo sostegno ai commenti controversi di Martin Scorsese. Quest’ultimo si riferiva ai film del Marvel Cinematic Universe, affermando che tali pellicole non sono vero cinema.

Martin è stato gentile quando ha detto che non erano cinema. Non ha detto che erano riprovevoli, cosa che invece dico io. In passato c’erano i film degli studi cinematografici. Ora ci sono i film Marvel. E cosa sono i film Marvel? Sono un tipo di film che viene fatto una volta e poi riproposto infinite volte per sembrare diversi.

Ma le preoccupazioni di Coppola riguardo al futuro del cinema sembrano essersi attenuate un po’ grazie al successo della coppia di film in primo piano. Sempre su Instagram, un utente ha chiesto a Coppola come si immagina il futuro del cinema tra 10 anni. Il regista ha risposto: Sospetto che stiamo per entrare in un’età dell’oro che illuminerà magnificamente il cinema proiettato nelle grandi sale.

Mentre torna a dedicarsi alla regia cinematografica, Coppola spera che le sale cinematografiche siano pronte ad accogliere il suo prossimo progetto Megalopolis. La pellicola guidata dall’attore Adam Driver, debutterà l’anno prossimo.

Barbenheimer

Francesco Maggiore
Francesco Maggiore
Cinefilo, sognatore e al tempo stesso pragmatico, ironico e poliedrico verso la settima arte, ma non debordante. Insofferente, ma comunque attento e resistente alla serialità imperante, e avulso dai filtri dall'allineamento critico generale. Il cinema arthouse è la mia religione, ma non la mia prigione.

ULTIMI ARTICOLI