Almodóvar al lavoro per un corto western con Ethan Hawke e Pedro Pascal

Pedro Almodóvar girerà quest’estate un corto western con protagonisti Ethan Hawke (visto recentemente in The Northman) e Pedro Pascal (Narcos; The Mandalorian); titolo dell’opera Strange Way of Life, traduzione inglese della canzone portoghese Estranha forma de vida di Amália Rodrigues. La canzone aprirà infatti il film, annunciando con la sua melodia malinconica l’atmosfera di nostalgia e tristezza che attraversa la vita dei due protagonisti.

Questi dettagli sono stati rivelati dallo stesso regista nel corso di una lunga intervista rilasciata a IndieWire. Le riprese inizieranno a fine agosto, nella provincia di Almería, più precisamente nel deserto di Tabernas, set dei celebri spaghetti western di Sergio Leone, come Per un pugno di dollari (1964), Il buono, il brutto, il cattivo (1966) e C’era una volta il West (1968). La lavorazione del corto precede quindi quella della pellicola A Manual for Cleaning Women – protagonista Cate Blanchett – prevista per l’anno prossimo.

Almodóvar
Ethan Hawke

Almodóvar ha puntualizzato di non aver cercato un riferimento nei western all’italiana. Strange Way of Life è modellato su sue personali intuizioni, che sono comunque ancora in uno stato aurorale: “So come voglio farlo, ma scoprirò altre cose mentre girerò”.

Ethan Hawke interpreterà Jake, uno sceriffo, mentre Pedro Pascal sarà il pistolero Silva: i due si ritrovano dopo venticinque anni per una resa di conti che coinvolgerà la loro intimità: “La mascolinità è uno dei soggetti del film”, spiega Almodóvar.

Almodóvar
Pedro Pascal

Inevitabile non pensare al film di Ang Lee del 2005 I segreti di Brokeback Mountain, storia d’amore tra due cowboy, interpretati da Heath Ledger e Jake Gyllenhall. La regia della pellicola (adattamento del romanzo Gente del Wyoming di Annie Proulx) era stata in effetti proposta allo stesso regista spagnolo, che però non accettò, complice la sua nota ritrosia verso le produzioni hollywoodiane. “Penso che Ang Lee abbia fatto un film meraviglioso, ma non ho mai creduto che mi avrebbero dato completa libertà e autonomia per fare quello che volevo. […] So che c’erano delle limitazioni”; “Strange Way of Life potrebbe essere la mia risposta a Brokeback Mountain”.

Per Almodóvar si tratta del secondo cortometraggio dopo il bellissimo La voce umana (con Tilda Swinton), presentato al Festival di Venezia nel 2020, lavoro che peraltro ha rappresentato il debutto cinematografico in lingua inglese per il regista iberico.

Giulia Angonese
Giulia Angonese
Percorso formativo in filosofia (PhD conseguito nel 2017), mi dedico al cinema con passione e continuità, cercando sempre di cogliere dinamiche di pensiero e atmosfere sottese agli intrecci narrativi.

ARTICOLI RELATIVI

ULTIMI ARTICOLI