HomeFestivalAl via il Festival Internazionale del Cinema di Salerno, il primo del...

Al via il Festival Internazionale del Cinema di Salerno, il primo del dopoguerra

-

Il Festival Internazionale del Cinema di Salerno, nato nel 1946 nell’immediato dopoguerra, sta per avere inizio. Ecco tutto quello che c’è da sapere su questo evento, giunto ormai alla sua 77esima edizione.

Festival Internazionale del Cinema di Salerno: dove e quando?

La 77esima edizione del Festival Internazionale del Cinema di Salerno si terrà dal 27 novembre al 2 dicembre 2023 presso il Cinema Augusteo di Salerno e, per le attività collaterali, presso il Convitto Nazionale Torquato Tasso.

I partecipanti

Il Festival Internazionale del Cinema ha ricevuto più di 2000 richieste di iscrizione da oltre 40 Paesi del mondo, 230 le pellicole selezionate e 4 sezioni di concorso: documentari, cortometraggi, animazione, lungometraggi a soggetto.

Moltissimi i Paesi partecipanti da tutto il mondo: Argentina, Australia, Brasile, Canada, Cina, Egitto, Emirati Arabi, Finlandia.

E ancora: Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, India, Iran, Libano, Marocco, Messico, Norvegia, Perù, Spagna, Stati Uniti, Thailandia.
Non mancano all’appello anche due Paesi in guerra: Ucraina e Israele.

Festival Internazionale del Cinema, le tematiche

Il tema dell’anno del Festival Internazionale del Cinema di quest’anno è (Ri)prendere il futuro. L’obiettivo è riflettere sulla trasformazione digitale e sulle nuove sfide dell’innovazione negli ambiti più disparati.

Per quanto riguarda le tematiche trattate dai film in concorso sono varie e delicate: troviamo pellicole che parlano della donazione degli organi, l’uso improprio dei social, il difficile rapporto madre/figlia, di malattie gravi.

Stefania Sandrelli, una delle interpreti protagoniste del Festival Internazionale del Cinema di Salerno

Gli interpreti e la giuria

Tra gli protagonisti dei film in gara sono molti gli attori italiani che presenzieranno all’evento. Tra gli altri: Stefania Sandrelli, Claudia Gerini, Maria Grazia Cucinotta, Ninni Bruschetta ed Enzo De Caro.

La giuria che giudicherà il film in concorso al Festival Internazionale del Cinema, sarà composta da personaggi eminenti del mondo della cultura e presieduta dal professore Ugo di Tullio. Di Tullio è docente di Organizzazione e Legislazione dello Spettacolo Cinematografico e Teatrale presso l’Università di Pisa.

Festival Internazionale del Cinema, gli eventi

Oltre alle proiezioni dei film in concorso, il Festival Internazionale del Cinema propone un ricco programma di eventi collaterali. Tra questi ricordiamo il progetto scuola L’Europa che verrà, che prevede la proiezione di una selezione di film agli studenti.

L’Open Forum, che prevede tre incontri che si terranno al Convitto Nazionale Torquato Tasso; la serata In mezzo a tutto, il sole dimora, a cura dell’associazione di promozione sociale Uni in Strada.

Inoltre, in linea con l’attualità, si terrà un incontro sulla violenza contro le donne al quale parteciperà l’onorevole Martina Semenzato. Del tema Semenzato è un’esperta: dal 26 luglio 2023 è presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio e su ogni forma di violenza di genere.

La cerimonia di premiazione

La serata di gala durante la quale saranno premiati i vincitori della 77esima edizione del Festival Internazionale del Cinema si terrà sabato 2 dicembre presso il Cinema Augusteo.

Questi i premi assegnati alle pellicole vincenti: trofeo di categoria, Celluloide d’oro, Apollo d’oro di Salerno e Gran Trofeo Golfo di Salerno “Ignazio Rossi”.

I film selezionati: ecco dove vederli

Anche quest’ultima edizione del Festival Internazionale del Cinema darà la possibilità ai cinefili di tutto il mondo di poter vedere i film selezionati gratuitamente online.

Lo streaming avverrà su una piattaforma VOD e sarà possibile votare le opere in concorso per scegliere a quale autore andrà il Premio del Pubblico.

Giulia Bucelli
Giulia Bucelli
Lettrice e spettatrice onnivora, non crede nello snobismo. Tuttavia non fa mistero della sua passione per il cinema orientale, gli horror e Alfred Hitchcock. Non si perde nemmeno un film di Cronenberg e Lanthimos.

ULTIMI ARTICOLI