HomeNewsHanno ucciso l'uomo ragno, le anticipazioni della serie Sky sugli 883

Hanno ucciso l’uomo ragno, le anticipazioni della serie Sky sugli 883

-

883 formato serie annunciata lo scorso anno, riprese come da copione in quel di Pavia. Per i nostalgici degli anni ’90 e per i tantissimi fan del duo si profila ancora una lunga attesa. E per ingolosire aficionados e curiosi, ecco pronta una immagine con gli interpreti dell’iconico duo.

Con il titolo completo Hanno ucciso L’Uomo Ragno-La vera storia degli 883, la nuova serie Sky è una produzione Sky Studios e Groenlandia. Scritta da Francesco Agostini, Chiara Laudani e Giorgio Nerone con Sydney Sibilia, che ne è anche il regista. Alle prese, per la prima volta, dopo il suoi franchise di Smetto quando voglio, con una serie TV.

883, la vera storia

Pavia, fine anni ’80. È qui che nasce la storia degli 883, al secolo Max Pezzali e Mauro Repetto. Da una cocente bocciatura al liceo per Max, appassionato di fumetti e di musica, che così conoscerà il nuovo compagno di banco, e di una avventura musicale che ha lasciato il segno.

Era l’estate del 1992 quando usciva Hanno ucciso l’uomo ragno: un pezzo orecchiabile dalle chiare caratteristiche del tormentone estivo. Eppure, dietro il suo stile nuovo e il suo pescare nel mare magnum dei supereroi, un messaggio molto più profondo e incisivo. Una critica neanche troppo velata ad un mondo consumistico ed indifferente.

Dalle indiscrezioni finora emerse gli ingredienti della serie saranno l’amicizia e la voglia di fare musica. Noti anche i volti degli attori. Max Pezzali sarà interpretato da Elia Nuzzolo, pratese classe 2000, uscito dal Centro sperimentale di Cinematografia di Roma. Sarà invece il coetaneo Matteo Oscar Giuggioli, noto al pubblico per il film Netflix Sotto il sole di Riccione e visto nelle fiction Che Dio ci aiuti 5 e Buongiorno, mamma.

Ultima chicca a nostra disposizione? Sky sembra fare un certo affidamento sulla serie, tanto da azzardare che sarà il prodotto di punta della sua programmazione nella Primavera del 2024. Come dire: come tenere alta la tensione e far digerire l’attesa.

ULTIMI ARTICOLI