HomeNews50 km all’ora, la nuova commedia con Fabio De Luigi e Stefano...

50 km all’ora, la nuova commedia con Fabio De Luigi e Stefano Accorsi

-

Per la terza volta dietro alla macchina da presa, Fabio De Luigi dirige 50 km all’ora, una commedia divertente e toccante sul concetto di fratellanza di cui sarà anche protagonista insieme a Stefano Accorsi. La pellicola, scritta dallo stesso regista in collaborazione con Giovanni Bognetti, è la rivisitazione italiana della fortunata pellicola tedesca 25 km/h di Markus Goller che nel 2018 ottiene un grande successo di pubblico e critica.

Nel cast di 50 km all’ora, che sbarcherà nelle sale cinematografiche il 4 gennaio con Eagle Pictures, oltre ai due interpreti principali già citati, figurano anche Elisa Di Eusanio, Giorgia Arena, Barbara Abbondanza, Miriam Previati, Beatrice Schiros, Stefano Vito, Paolo Cevoli, Alessandro Haber, Marina Massironi e Simone Baldasseroni.

50 km all’ora – La trama

Il film racconta le vicende di due fratelli che dopo tanti anni si rincontrano al funerale del padre e, per rispettare l’ultima volontà del defunto, intraprendono un viaggio con l’intento di portare le sue ceneri accanto a quelle della moglie. Tra situazioni divertenti e rocambolesche, i due protagonisti proveranno a mettere da parte gli antichi dissapori e a superare la distanza che da tempo li separa. Attraversando l’Emilia-Romagna a bordo di due motorini poco affidabili, scopriranno dunque che c’è ancora tempo per litigare e amarsi di nuovo, perché il legame che li unisce è più forte di qualsiasi incomprensione.  

Ritrovarsi on the road

In una recente intervista, Fabio De Luigi rivela gli intenti dell’opera“Mi affascinava l’idea di raccontare come una famiglia sgangherata, “smontata” dagli eventi, trovasse il modo di ricostruirsi attraverso tappe di un viaggio decisamente improbabile”. E nel film, prosegue il regista, il meraviglioso paesaggio dell’Emilia Romagna riveste un ruolo fondamentale: “Paesaggi dell’Appennino Emiliano-Romagnolo: fiumi, dighe e pianure prima; la costa Adriatica dalle saline ai pedalò poi, diventano anch’essi protagonisti della storia; così come i due vecchi motorini – veri e propri costumi di scena – diventano rappresentazione eloquente dei caratteri di Rocco e Guido: sobrio ed essenziale il primo; smargiasso ed estroverso il secondo”.

50 km all'ora

Sul concetto di fratellanza, tema centrale attorno cui ruota tutta la vicenda, De Luigi si esprime così: “50 km all’ora è una storia maschile con tenerezza, credo più matura dei miei altri lavori, sul ritrovarsi di due fratelli, con il peso di un padre appena morto e una madre da anni scomparsa, sempre evocata ma mai vista. Una figura lasciata volutamente misteriosa, per aumentarne il peso, non certo per sminuirlo. Un viaggio con motorini modificati, come succedeva negli anni ’90“.

Alessia Pennino
Alessia Pennino
Il cinema ha sempre rappresentato per me il rifugio perfetto dalle vicissitudini quotidiane, un porto sicuro dalla realtà, ma anche la dimensione ideale in cui sogni e desideri prendono forma. Ho sempre coltivato un interesse profondo per quest'espressione artistica, immaginandomi un giorno di scrivere recensioni per poter esprimere il mio punto di vista.

ULTIMI ARTICOLI